Roma, 18 mar – Alla fine easyJet esce dalla partita Alitalia. Ad annunciarlo la compagnia low cost britannica in una nota. “A seguito delle conversazioni con Ferrovie dello Stato Italiane e Delta Air Lines per la creazione di un consorzio che valutasse le opzioni per le future operazioni di Alitalia, easyJet ha deciso di ritirarsi dal  processo”, riferisce la compagnia aerea.

“easyJet conferma – prosegue la nota della compagnia – il suo impegno per l’Italia quale mercato chiave della compagnia, dove attualmente trasporta 18,5 milioni di passeggeri ogni anno, impiegando 1.400 piloti e assistenti di volo con contratti di lavoro italiani. Continueremo a investire nelle tre basi di Milano, Napoli e Venezia come abbiamo  fatto negli ultimi anni, aggiungendo rotte e capacità”.

Delta Airlines invece inizia la sua avventura con la nuova Alitalia: quota di partenza (10%), pari a quella detenuta in Air France Klm. Ma, come riporta il Messaggero, con la prospettiva di raddoppiarla prima del termine del piano di quattro anni. Si profila quindi un ritorno del controllo pubblico. Il vicepremier d’altronde Luigi Di Maio l’aveva detto: allo Stato “anche più del 50%” del vettore.

Niente rinnovo cassa integrazione

Intanto si risolve con un nulla di fatto la trattativa per il rinnovo della Cigs-cassa integrazione strardinaria all’Alitalia: dopo una ennesima tornata al ministero del Lavoro, le parti hanno rinviato il confronto a venerdì prossimo 22 marzo, data ultima per raggiungere un’intesa. Le richieste dell’azienda, che i sindacati hanno chiesto di ridurre, riguardano 1.010 dipendenti: 850 addetti ai servizi di terra, 90 piloti e 70 assistenti di volo. I rappresentanti dei lavoratori hanno poi ribadito la richiesta di un incontro al ministero dello Sviluppo economico per essere aggiornati sul nuovo piano industriale.

Adolfo Spezzaferro

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here