Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 28 ago – Incredibile scontro tra veicoli militari russi e americani nel nord-est della Siria. Nel video pubblicato dal sito Rusvesna.su si nota la “corsa” nel deserto dei veicoli delle due nazioni, a un certo punto parzialmente interrotta quando i mezzi si scontrano. Come di consueto sulla dinamica c’è stato una conseguente diatriba tra Mosca e Washington. Scambio di accuse classico: la Russia afferma che i soldati statunitensi hanno ostacolato una pattuglia russa, mentre secondo gli Usa sarebbe stato un mezzo militare russo a speronare quello americano. Sta di fatto che dopo lo scontro, secondo fonti militari Usa, quattro soldati statunitensi sarebbero rimasti feriti. Va detto che nonostante gli annunci di Trump, non tutti i soldati americani si sono ritirati dalla Siria. Nel nord della Repubblica araba, nelle zone controllate dai curdi, vi sono ancora 500 militari a stelle e strisce.

Ennesimo scontro

Il capo dello Stato maggiore delle forze armate russe, Valery Gerasimov, ha invece puntato il dito contro i soldati Usa: “Contravvenendo agli accordi in essere i militari americani hanno tentato di bloccare una pattuglia russa. In risposta a ciò – ha detto Gerasimov – la polizia militare delle forze armate della Federazione Russa ha intrapreso tutte le misure necessarie al fine di evitare un incidente e portare a termine la missione assegnata”. Non è comunque la prima volta che in Siria avvengono “incidenti” di questo tipo. A giugno scorso, un blindato M1235 MRAP americano tentò di bloccare la strada a una pattuglia russa nei pressi di Abra.

Eugenio Palazzini

Commenta