Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 lug – La baggianata iconoclasta del giorno? La statua di Melania Trump date alle fiamme in Slovenia. Per l’esattezza la scultura il legno dedicata alla first lady sarebbe stata incendiata nel fine settimana del 4 luglio, ma la notizia ha iniziato a circolare oggi sui media internazionali. Stando a quanto riferito dall’artista statunitense Brad Downey, promotore dell’opera, l’atto vandalico sarebbe avvenuto proprio durante la Festa dell’Independenza americana. I resti della scultura bruciata sarebbero poi stati rimossi. Sembrerebbe scontato dunque che il gesto sarebbe stato compiuto sulla scia del moto antirazzista che si è dato all’abbattimento dei monumenti.

La scultura in legno

In questo caso però non è stato preso di mira un personaggio storico, ma la bella moglie del presidente americano Donald Trump, rea evidentemente di averlo sposato. Certo, viene da chiedersi come mai in Slovenia qualcuno ha pensato di dedicarle addirittura una statua, ma tant’è, ognuno è libero di scegliersi i punti di riferimento che vuole. A dirla tutta la scultura in legno, collocata nei sobborghi di Sevnica (città natale di Melania Trump, al secolo Melanija Knavs, germanizzata come Melania Knauss), per chi la osservava tutto sembrava tranne che la riproduzione della first lady. Scolpita partendo da un tronco di albero, rappresentava più o meno la silhouette dell’ex modella, una figura rivestita con un abito di colore azzurro somigliante a quello da lei indossato il giorno del giuramento del marito da presidente degli Usa.

Polemiche e incertezze

L’inaugurazione avvenne nel luglio 2019 e suscitò una serie di polemiche, con opinioni contrastanti anche tra gli abitanti di Sevnica, a circa 80 chilometri dalla capitale Lubiana. Per qualcuno somigliava addirittura alla Madonna, per altri a uno spaventapasseri. Sta di fatto che, tra una polemica e l’altra, la statua venne realizzata dall’artigiano locale Ales Zupevc, a cui l’artista Brad Downey aveva commissionato il lavoro. Quest’ultimo adesso intende capire chi ha commesso l’atto vandalico e perché, anche se non sembra così difficile intuirlo. Secondo la tv slovena Rtv però “non è chiaro se l’incendio della statua sia parte di una performance artistica”. Fantasioso commento.

Eugenio Palazzini