Il Primato Nazionale mensile in edicola

Francisco FrancoRoma, 11 mag- Oggi il parlamento spagnolo ha approvato la proposta di legge presentata dai socialisti del PSOE e immancabilmente sostenuta dall’estrema sinistra di Podemos. Legge a favore dei minatori del nord della Spagna? Assolutamente no. La legge in questione porta alla mente la furia iconoclasta che molto piace allo Stato Islamico: prevede infatti di riesumare i resti del dittatore Francisco Franco dalla famosa abbazia del “Valle de los Caidos” in un non meglio specificato cimitero privato.

Questa assurda legge prevede anche di spostare la salma di José Antonio Primo de Rivera in un’ala secondaria dell’abbazia. Approvata con 198 voti a favore, uno contrario e 140 astensioni, tra cui quelle del Partido Popular del premier Rajoy, la legge non ha però carattere vincolante per il governo. A distanza di quarantadue anni dalla morte di Francisco, deceduto nel 1975 e sepolto sin da subito nel Valle de los Caidos, le sue spoglia continuano ad agitare il nulla che governa la Spagna.

Se nel resto del paese ci si concentra sulla rimozione di targhe o statue del periodo franchista, nel parlamento ci si preoccupa, dunque, dei resti mortali di un uomo scomparso più di quaranta anni fa. Podemos e PSOE, evidentemente in comune con l’ISIS, cercano- senza riuscirci- di cancellare il passato.

Giacomo Bianchini

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta