Thalys terrorismoParigi, 22 ago – Paura sul Thalys, il treno veloce che collega Parigi con Colonia, Bruxelles e Amsterdam. Nella giornata di ieri, si apprende da fonti locali, un marocchino di 26 anni armato di kalashnikov ha aperto il fuoco mentre il convoglio era in corsa, ferendo tre persone. L’episodio è avvenuto mentre il treno si trovava in territorio belga.

Dei tre feriti, due sono in gravi condizioni. Si tratta di due Marines americani in borghese, insospettiti dai rumori provenienti dal bagno del vagone dove il marocchino stava caricando l’arma. Intervenuti per sventare l’attacco, sono stati feriti uno da una pallottola e un altro da una coltellata. Grazie al loro intervento è stato tuttavia possibile bloccare l’assalitore. Il terzo ferito è invece l’attore francese Jean-Hugues Anglade, che ha rimediato un taglio alla mano mentre rompeva un vetro per far scattare l’allarme.

Immediata la fermata del convoglio, presso la stazione di Arras (regione di Calais), dove il giovane è stato arrestato. In salvo gli oltre cinquecento restanti passeggeri, ospitati in loco.

Per la autorità francesi ancora non è chiaro il movente -“è troppo presto per fare ipotesi” il commento dal ministero dell’Interno- mentre il primo ministro belga Charles Michel non ha esitato a parlare di “attacco terrorista”.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here