Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 23 apr – Francia, poliziotta uccisa a coltellate alla gola a Rambouillet, nella regione di Parigi. Secondo quanto riferito da fonti della polizia, il killer è un cittadino tunisino, ferito a colpi di arma da fuoco dai colleghi della vittima e morto poco dopo. L’attacco è avvenuto di fronte alla stazione di polizia di Rambouillet, dove lavorava la poliziotta di 49 anni uccisa, alle 14:30 di oggi. Stando alle prime notizie diffuse sull’accaduto, la donna era da poco tornata al suo posto di lavoro, quando è stata accoltellata all’improvviso dal nordafricano. L’uomo avrebbe gridato “Allah Akbar”, secondo quanto riferito dai sindacati di polizia menzionati dall’emittente BFM-TV.

Francia, poliziotta uccisa a coltellate. Il killer è un tunisino di 36 anni

Adesso l’antiterrorismo francese (Sdat, Sous-direction antiterroriste) sta indagando sull’accaduto. E sul posto è giunto il ministro dell’Interno Gérald Darmanin, che subito dopo l’attacco ha scritto su Twitter: “Un agente di polizia è stato vittima di un attacco alla stazione di polizia di Rambouillet, mi sto recando lì”. E’ atteso anche il premier Jean Castex. Stando sempre alle prime informazioni diffuse sui social e sui media francesi, gli agenti di polizia avrebbero sparato due colpi all’attentatore. Sul posto è immediatamente arrivata un ambulanza, ma a nulla sono serviti i soccorsi: la poliziotta è purtroppo deceduta un’ora dopo l’accoltellamento.

France24 scrive intanto che ad accoltellare l’agente è stato un cittadino tunisino, di 36 anni, sconosciuto a polizia e intelligence francesi. Mentre il presidente della regione dell’Ile-de-France, Valerie Pecresse, parla di un “tragico attentato” e scrive su Twitter che si recherà sul luogo dell’aggressione “per dimostrare ancora una volta il mio sostegno alle nostre forze di polizia in lutto”. Lo scorso ottobre a Parigi venne barbaramente ucciso Samuel Paty, professore decapitato da un jihadista ceceno dopo aver tenuto una lezione su alcune caricature di Maometto.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Interessante, la coincidenza temporale. Circa 2 giorni dopo da quando è stato emesso il Do not travel dagli Usa verso Italia, Francia e altri paesi.. indicando un rischio pandemico ma che comprendeva anche il terrorismo, che non condivido per niente fra l’altro.. succede questo.
    Ovviamente è sicuramente una coincidenza, perchè avevano indicato diversi paesi, in maniera approssimativa e abbastanza generalista, a mio parere. Però che tempismo!
    Questo per rafforzare il fatto che ha ragione chi chiedeva “chiarimenti” su quell’avviso abbastanza inquietante che potrebbe spaventare chi vuole venire per turismo. A maggior ragione oggi, visto che aggiungendo questo fatto di cronaca che girerà sui giornali, qualcuno anche maleinterpretando quell’avviso, magari dall’estero, potrebbe dire: visto che era pericoloso veramente?

Commenta