Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 ott – Un turista francese è stato ucciso con una coltellata alla schiena in Tunisia. Un omicidio molto probabilmente di matrice terroristica visto che l’aggressore, un giovane tunisino, ha pugnalato il francese al grido “Allah Akbar” e prima di darsi alla fuga, secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno di Tunisi, ha ferito anche un militare che si trovava in loco. Il soldato ferito è stato ricoverato d’urgenza in un vicino ospedale e versa in gravi condizioni.

L’aggressione è avvenuta all’uscita di un bagno turco nella città di Biserta, nota località balneare sul Mar Mediterraneo a circa 70 chilometri dalla capitale dello Stato nordafricano. A riferire che il killer, nel compiere il gesto omicida , ha gridato“Allah Akbar”, è stata la tv locale Nessma, secondo cui l’aggressore non è ancora stato catturato ma è stato identificato dalle forze di polizia, alle quali era tra l’altro già noto per vari reati precedenti.

In Tunisia si sono appena concluse le elezioni e l’attacco è avvenuto proprio nel giorno in cui Kais Saied, giurista ultraconservatore soprannominato ‘Robocop’ per le sue movenze rigide e quasi meccaniche, festeggia la vittoria. Saied è dunque il nuovo presidente tunisino, il terzo dopo la caduta nel 2011 di Ben Ali.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta