Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 8 apr – Come di consueto, Donald Trump ha usato Twitter per un importante annuncio. Il presidente degli Stati Uniti ha così comunicato che il ministro dell’Interno Kirstjen Nielsen lascerà l’incarico e verrà sostituito ad interim da Kevin McAleenan, che attualmente è commissario per la protezione delle dogane e del confine. “Kirstjen Nielsen lascia la sua posizione e vorrei ringraziarla per il suo servizio”, ha scritto Trump su Twitter. “Ho fiducia che Kevin McAleenan farà un grande lavoro”, ha poi aggiunto.

Di fatto il presidente Usa ha cacciato la Nielsen, perché dal Messico continuano ad arrivare clandestini, nonostante i proclami che hanno caratterizzato la campagna elettorale del tycoon e il continuo richiamo alla costruzione del muro al confine. Trump vuole risultati concreti che non stanno evidentemente arrivando. Non a caso, tre giorni fa ha ritirato la nomina a Ronald D. Vitiello per la guida dell’agenzia per l’immigrazione (Ice), spiegando senza mezzi termini che vuole una direzione più dura.

Linea più dura sull’immigrazione

Stando a quanto più volte riportato dai media statunitensi, il presidente si era spesso lamentato in privato con Stephen Miller, ovvero il suo principale consigliere sull’immigrazione, degli scarsi risultati ottenuti dal ministro dell’Interno. Secondo Trump non avrebbe saputo frenare l’ondata di immigrati provenienti dal Messico e non avrebbe neppure trovato efficaci soluzioni per garantire maggiore sicurezza alla frontiera.

I rapporti già tesi tra la Nielsen e Trump, non potevano che portare al siluramento del ministro. Il sostituto non è stato scelto a caso: Kevin McAleenan, 47 anni, è dal 2017 commissario per la protezione delle dogane e del confine, ovvero la più importante forza dell’ordine per la sicurezza delle frontiere. Su questo aspetto Trump si giocherà buona parte della prossima campagna presidenziale.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta