Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 ott – Donald Trump avrebbe chiesto di sparare ai migranti messicani “che tirano pietre al confine con il Messico”. Ma “quando gli hanno detto che sarebbe stato illegale ha proposto di sparare alle gambe”. E’ la pesantissima accusa rivolta dal New York Times al presidente degli Stati Uniti. Il prestigioso quotidiano americano spiega che Trump avrebbe pronunciato queste frasi lo scorso marzo durante un incontro allo studio ovale e l’episodio sarebbe stato riferito da fonti della Casa Bianca presenti al meeting in questione.

Fossati con serpenti e coccodrilli

La rivelazione del NYT non è altro che un’anticipazione di quanto riportato da due giornalisti statunitensi, Mike Shear e Julie Hirschfield Davis, nel loro libro in uscita il prossimo 8 ottobre e titolato “Border Wars: Inside Trump’s Assault on Immigration” (“Guerre di frontiera: dentro l’assalto di Trump all’immigrazione”). I due giornalisti avrebbero intervistato alcuni funzionari della Casa Bianca ottenendo queste informazioni decisamente scottanti. Ma non è tutto, stando sempre a quanto anticipato dal quotidiano americano, “privatamente il presidente” avrebbe proposto interventi ancora più spietati, ad esempio “di fortificare il muro al confine con un fossato pieno di acqua e riempito di serpenti e coccodrilli” come avveniva nei castelli del Medioevo.

Trump, secondo il New York Times, si sarebbe spinto poi a chiedere di dotare il muro al confine con il Messico di reti elettrificate. Tutte “soluzioni” scartate perché vietate ovviamente dalla legge, come subito gli avrebbero fatto notare i suoi consiglieri durante l’incontro alla Casa Bianca. Tra le meno cruente, ma comunque inapplicabili, proposte del presidente Usa vi sarebbe stata pure la chiusura dell’intero confine con il Messico a mezzogiorno del giorno successivo.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Sparare ai negranti facinorosi, riottosi, tignosi, pericolosi e aggressivi è contro la legge?… Da quando?… E, se così fosse, basta cambiarla, la legge. Scuse per cambiare leggi per peggiorare la vita dei cittadini ne hanno sempre. Per difenderli, invece, no… Ma guarda un po’…..

  2. Il MURO esisteva prima di TRUMP ,
    che l’ha solo migliorato/potenziato

    e le guardie TEXANE sparano ai clandestini
    anche senza che gli venga chiesto .

    Pattugliamo h24 a bordo di quad ed
    armati con fucili a pompa , sparando a vista .
    sia con amministrazioni GOP che con
    stronzetti kennediani come presidenti ….

    Si vede pure nei film e
    nei cartoni animati come
    Soutpark.
    Di che si meravigliano sti
    giornalisti ? lo sanno TUTTI
    loro no ?
    Ah basta criticare Trump ,
    ue balenghi , se ha funzionato
    in Italia …. mica vale per
    gli USA.

    Il TEXAS poi è uno stato SOVRANO …
    non a sovranità limitata come
    l’itaglia con la UE !!!

Commenta