Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 28 dic – Sono molte le nazioni africane che puntano sul settore turistico per rilanciare le proprie economie, con l’obiettivo di incamerare valuta pregiata. la cosa non deve sorprendere visto che questo settore può generare molti posti di lavoro. Per tale motivo pochi mesi fa la Costa D’Avorio ha stipulato un accordo con imprenditori degli Emirati e della Germania al fine di investire nel paese africano e trasformarlo in una rinomata attrazione. Quello della Costa D’Avorio non e’ affatto un caso isolato: anche la Tanzania sta facendo di tutto per promuoversi come destinazione turistica.

Obiettivo due milioni di turisti

La Tanzania nel 2018 ha ricevuto un milione e mezzo di turisti, ma il governo vuole raggiungere quota due milioni per il 2020: per farlo, sta lavorando a una serie di iniziative.

Il Tanzania Tourist Board ha organizzato eventi promozionali in Israele, India e Cina e per il 2020 punta ad organizzarne altri in Corea del Sud. Il Paese è stato pubblicizzato anche negli Stai Uniti, in Gran Bretagna, Germania, Italia, Francia, Australia e Spagna, località da cui arrivano già diversi flussi turistici.

La Tanzania sbarca ad Hollywood

L’attività promozionale non si ferma qui, visto che l’ente turistico della Tanzania vuole incentivare i produttori di Hollywood a girare film in uno dei tanti paesaggi da sogno che la nazione ha da offrire: un modo per promuoversi ed anche offrire opportunità di lavoro in loco.

Ovviamente l’attività di promozione non si limita solo al contesto occidentale ma anche ai Paesi della stessa Africa, dove esiste una crescente classe media che ha voglia di viaggiare e conoscere e che può aiutare l’industria turistica della Tanzania a crescere.

Certo la Tanzania sta facendo molto per promuoversi, ma ha anche portato avanti iniziative volte ad aiutare le piccole e medie industrie tanzaniane che non hanno la possibilità di andare all’estero. Per tale motivo nel 2014 ha lanciato lo Swahili International Tourism Expo, così che operatori turistici provenienti dall’estero possano venire in Tanzania e fare affari con imprese locali: l’evento ha avuto un enorme successo visto, attirando nel 2019 ben 170 operatori dalla Tanzania e dall’estero.

Giuseppe De Santis

1 commento

Commenta