Londra, 1 set – C’era una volta il “mito” della polizia inglese, di quei bobbies inappuntabili di Scotland Yard alimentato da letteratura e cinema. C’era, perché a guardare il video pubblicato sulla pagina Facebook da “Traditional Britain Group”, invece di un corpo di polizia, gli agenti della polizia di Londra sembrano usciti fuori da un carro del Muccassassina al gay pride.

Il video, divenuto ormai virale sui social, è una raccolta di vari episodi in cui i “bobbies” si mettono a ballare e a “twerkare” con i manifestanti, principalmente in occasione del gay pride e di alcune marce antirazziste. “Com’è ridotta l’Inghilterra?” si chiede un utente su Facebook, “una volta la più grande nazione civilizzata al mondo e oggi una fogna del terzo mondo. Ho il voltastomaco a guardare queste scene”.

Essere divertenti a tutti i costi, quasi fosse un obbligo, come se un poliziotto che non si esibisce nel “twerking”, ballo in cui si simula l’atto sessuale ideato nato nel mondo dell’Hip Hop americano, non fosse al passo coi tempi. Tra proposte di matrimonio omosessuale esibite (in servizio) al gay pride  e balli street parade, la polizia inglese non perde occasione per far venir voglia di tifare (quasi) per l’Isis.

Davide Romano

Commenta