Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 4 giu – Ufo: l’intelligence Usa non ha trovato prove che gli strani fenomeni aerei avvistati dai piloti della Marina negli ultimi anni siano astronavi di alieni, ma non è in grado di spiegare gli inusuali movimenti di questi oggetti non identificati che hanno disorientato scienziati e militari.



Rapporto sugli Ufo: per l’intelligence Usa nessuna prova che siano alieni

A dare la notizia è il New York Times, che cita alti dirigenti dell’amministrazione Usa informati sui risultati di un rapporto declassificato sugli Ufo che dovrebbe essere consegnato al Congresso alla fine di questo mese. L’unica certezza è che è escluso che la gran parte dei 120 “incontri ravvicinati” con oggetti volanti non identificati degli ultimi 20 anni sia attribuibile a tecnologie segrete americane. In tal senso, almeno alcuni degli strani fenomeni aerei visti da personale militare Usa negli ultimi anni – quelli che molti, appunto, chiamano Ufo – potrebbero essere originati da tecnologia sperimentale di potenze rivali, molto probabilmente Russia o Cina.

Forse più che Ufo sono tecnologia ipersonica di Russia o Cina

Una delle fonti citate dal Nyt ha riferito che c’è la preoccupazione tra i vertici dell’intelligence e dell’esercito che Russia o Cina potrebbero essere coinvolti nella sperimentazione della tecnologia ipersonica. In effetti, la Russia ha investito molto nella tecnologia ipersonica, ritenendo che possa avere la capacità di eludere la tecnologia americana di difesa missilistica. La Cina dal canto suo ha sviluppato armi ipersoniche e le ha fatte sfilare nelle parate militari. Se i fenomeni osservati fossero velivoli cinesi o russi – chiariscono i funzionari – significherebbe che la ricerca ipersonica delle due potenze rivali ha superato di gran lunga lo sviluppo militare americano.

Quei movimenti inspiegabili degli strani oggetti volanti

Il rapporto ammette che molte delle caratteristiche dei fenomeni osservati rimangono difficili da spiegare, come la loro accelerazione, così come la capacità di cambiare direzione e immergersi. Una possibile spiegazione – ossia che i fenomeni rilevati possano essere palloni meteorologici o altri palloni di ricerca – non regge in ogni caso, fanno presente le fonti citate, per via dei cambiamenti nella velocità del vento registrati in alcune delle interazioni. Tuttavia, tre delle cinque fonti citate dal quotidiano non hanno escluso una possibile presenza aliena nello spazio.  

Ludovica Colli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta