Il Primato Nazionale mensile in edicola

Utah, 22 gen — Rischia una condanna a dieci anni di detenzione come molestatrice sessuale la donna americana, residente nello stato dello Utah, che si è fatta sorprendere senza maglietta e reggiseno davanti ai tre figli minorenni del compagno, di età compresa tra i 9 e i 13 anni. A denunciare la donna è stata la madre naturale dei tre bimbi, che ha avvertito gli assistenti sociali dell’accaduto.

Nessun nudismo

A sollevare le polemiche Oltreoceano è stata la circostanza durante la quale Till Buchanan – questo il nome della donna –  donna è stata vista in topless: secondo quanto riporta il Guardian, infatti, non si tratta di nudismo domestico – semplicemente la coppia stava ritinteggiando le pareti del garage ed entrambi avevano deciso di togliersi la maglietta, un po’ per il caldo, un po’ per evitare di sporcarsi di vernice.

Questo martedì il giudice Kara Pettit si è rifiutata di impugnare la legge dello stato dello Utah “sull’oscurità”, la quale regolamenta che il seno rientrerebbe nelle parti oscene del corpo umano. Non si conoscono ancora le intenzioni dell’accusata, che in caso di appello dovrebbe affrontare un processo che potrebbe costarle una condanna pesantissima, e il marchio indelebile di sex offender. L’American Civil Liberties Union dello Utah aveva supportato la Buchanan durante il dibattimento; l’imputata si era appellata ad una sentenza dello stato del Colorado contro una donna, messa sotto accusa per aver mostrato il seno. Il giudice, in quel caso, le aveva riconosciuto la ragione poiché la legge non tratta equamente il petto maschile e quello femminile.

Cristina Gauri

2 Commenti

  1. Non sembra essere stato commesso niente di grave.Ma perchè invece non se la prendono con i ben piu’ lesivi siti pornografici a cui possono spesso accedere anche bambini? Forse perchè alcune elites occulte appoggiano la ipersessualizzazione precoce dei bambini a fini di pedofilia?

Commenta