Roma, 21 mar – Non ci voleva un mago per intuirlo, ma chiaramente in questi casi serve sempre cautela. Adesso però, decaduta la “pista familiare” tirata fuori poco dopo l’attentato, il killer di Utrecht verrà incriminato per terrorismo. Gokmen Tanis, il turco che ha aperto il fuoco in un tram della città olandese uccidendo tre persone e ferendone altre cinque, è adesso indagato dalla Procura che ipotizza appunto l’atto terroristico.

Gli investigatori assicurano che l’uomo ha agito da solo ma le indagini non sono ancora chiuse e le autorità ieri hanno arrestato una terza persona legata all’attentatore. Le persone finite in manette fino ad ora, come reso noto dal portavoce dell’ufficio del procuratore Ties Kortmann, sono il presunto assassino e altre due sospettate di essere coinvolte nell’attacco. Domani Tanis comparirà di fronte al giudice a porte chiuse e dovrà probabilmente rispondere a una serie di domande atte a chiarire una serie di questioni, dietro l’attentato, ancora nebulose.

Quei presunti legami familiari col jihadismo

Nell’auto utilizzata dall’assalitore turco per la fuga, è stato ad esempio trovato un biglietto in arabo che inneggia ad “Allah” e ai “fratelli musulmani“. Di per sé poca roba, ma ci sono vari indizi ancora da esaminare. Secondo alcuni media locali, il fratello di Gokmen Tanis è noto ai servizi segreti olandesi per “presunti legami con un gruppo radicale islamico turco”. La pista del pazzo solitario che ha agito per motivi personali sembra quindi sempre meno credibile.

Alessandro Della Guglia

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

  1. Ci hanno preso per il culo con la pazzia, con la vendetta familiare e con la guerra fra bande criminali……….. Col cavolo, siamo di fronte al solito cane bastardo islamico e merdoso terrorista vigliacco che spara a vanvera su un autobus………..penosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here