Il Primato Nazionale mensile in edicola

Utrecht, 18 mag – Il bilancio della sparatoria avvenuta questa mattina alle 10:45  su un tram a Utrecht è di tre morti e diversi feriti.  Già da questa mattina sono al lavoro le unità anti-terrorismo. Gli uomini delle forze dell’ordine sono riusciti a dare un nome un volto all’attentatore: si tratterebbe di Gokman Tanis, 37enne di origine turche.

L’immagine dell’uomo diffusa dalla polizia via Twitter

Il suo identikit è stato pubblicato su Twitter dalla polizia di Utrecht: il post delle forze dell’ordine contiene una foto dell’uomo, identificandolo appunto come come Gokman Tanis, nato in Turchia. Nell’immagine è immortalato proprio mentre è a bordo del tram dove poi ha fatto fuoco. La polizia, attraverso il medesimo post, invita i cittadini a segnalare Tanis qualora ne venissero in contatto e consiglia a tutti  di rimanere a casa “fino a quando non si saprà di più” poiché “nuovi attacchi non sono esclusi“. Un testimone che era nel tram al momento della tragedia ha dichiarato alla tv NRC che qualcuno ha iniziato a “sparare con una grossa pistola“. “Ero nel retro del tram. Si è girato intorno, ma sembrava mirare alle persone sedute sui banchi” ha riferito il sopravvissuto.

Le dichiarazioni delle autorità

Mark Rutte, il primo ministro dei olandese che  ha riunito l’unità di crisi già da ora mette in campo l’ipotesi terrorismo dietro il sanguinoso attacco di questa mattina. E’ stato il sindaco di Utrecht, invece, a confermare la morte di tre cittadini, uccisi dall’uomo. “Posso confermare che è in corso una caccia alla persona o alle persone responsabili” ha dichiarato ancora il sindaco, Jan Van Zanen e ha definito la sparatoria “un atto orribile ed estremo”.

Ilaria Paoletti

2 Commenti