Il Primato Nazionale mensile in edicola

Manila, 6 apr – Un pover’uomo viola il coprifuoco, viene “punito” con 300 squat e muore: accade nelle Filippine.



Il signor Penaredondo viola il coprifuoco

Un fine iniqua per Darren Manaog Penaredondo, 28 anni, colpevole di aver violato il coprifuoco e così “punito” con 300 squat nelle Filippine. L’uomo è morto nella città di General Trias, alla periferia della capitale Manila, il 3 aprile – due giorni dopo essere stato sorpreso dalla polizia mentre comprava una bottiglia d’acqua da un negozio locale dopo il coprifuoco imposto alle 18:00. La fidanzata Reichelyn Balce ha detto che lui e un gruppo di altri che hanno infranto il coprifuoco sono stati costretti a fare 100 squat o flessioni, ma hanno dovuto ripetere l’esercizio più volte perché non lo facevano in modo coordinato.

Black Brain

La punizione con gli squat

Quando Penaredondo è arrivato a casa la mattina seguente, alla fidanzata ha detto di aver eseguito 300 squat ed era a malapena in grado di camminare. “Quando è tornato a casa venerdì, intorno alle 8 del mattino, è stato assistito da un altro che come lui aveva violato il coprifuoco e che è stato arrestato con lui”, ha detto la ragazza. ‘Ho chiesto se fosse stato picchiato e mi ha sorriso e basta, ma era ovvio che soffriva”. La ragazza ha inoltre ammesso che l’uomo non era stato in grado di rimanere in piedi per il resto della giornata e strisciava sul pavimento perché le gambe e le ginocchia gli facevano troppo male.

Il pugno di ferro delle Filippine

Infine, mentre cercava di usare il bagno, il signor Penaredondo ha iniziato a soffrire di convulsioni e ha dovuto essere rianimato da un vicino. Ha ripreso conoscenza per un breve periodo, ma alla fine è morto intorno alle 22:00 senza mai raggiungere l’ospedale. Rodolfo Cruz Jr, capo delle unità di guardia del villaggio locale, ha confermato che il signor Penaredondo è stato arrestato per aver violato il coprifuoco la notte del 1 aprile, ma ha detto di essere stato consegnato alla polizia municipale poco dopo. Il tenente colonnello Marlo Solero, capo delle forze di polizia locale, ha negato che gli squat siano usati come punizione per i trasgressori del coprifuoco e ha detto che gli ufficiali dovrebbero tenere lezioni ai trasgressori delle regole.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta