Il Primato Nazionale mensile in edicola

putin soldatiMosca, 30 dic – Un esercito composto da giovanissimi soldati. Berretti rossi, divisa beige e sguardi fieri. E’ la YunArmiya, un gruppo militare destinato, secondo le intenzioni del ministero della Difesa russo, a diventare la “più grande ed efficace organizzazione militare-patriottica per bambini”. Nato ufficialmente due anni fa coinvolgendo 2 mila cadetti, l’esercito di “bambini soldato” conta oggi circa 300 mila volontari. Un’organizzazione che mira a insegnare i valori patriottici e l’arte della guerra cercando così di “attirare i bambini nei corpi speciali, dai giovani marines ai giovani piloti”, stando a quanto dichiarato e auspicato dal capo di Stato maggiore Dmitry Trunenkov. Il motto scelto è piuttosto significativo: “Per la gloria della nostra patria“.
L’iscrizione al “corpo” non è obbligatoria, aderiscono soltanto volontari a partire dai 10 anni, per quanto le iscrizioni maggiori risultano tra i 16 e i 18 anni. “Giuro di puntare al successo negli studi e nello sport, di vivere una vita sana, di essere sempre preparato al servizio e al lavoro per la causa della Madrepatria, di aver cura della memoria degli eroi che hanno combattuto per la libertà e l’indipendenza della nostra Madrepatria, di essere un patriota e un degno cittadino della Russia”. E’ il giuramento di questi piccoli soldati.
Secondo il governo di Mosca l’operazione è un ottimo modo per motivare i più giovani, renderli orgogliosi della propria storia patria e prepararli al servizio militare nelle Forze armate della Federazione Russa. Reparti della YunArmiya sono stati creati in tutte le 85 regioni della Russia e sono animati dal generale dell’esercito Sergey Shoygu, sostenuto fortemente da Vladimir Putin. “Stiamo ampliando il programma nell’ambito delle scuole – ha fatto sapere il ministero della Difesa russo – “credo infatti che tra i membri del movimento ci sono ottimi leader. Intendo nell’esercito russo. La vostra guida è l’esercito russo, e insieme a voi si terranno attività interessanti, utili e costruttive a beneficio della Russia”.
Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta