Siamo spesso portati a sottovalutare l’importanza di un bagno arredato con gusto, sfruttando razionalmente gli spazi e le soluzioni fornite dal mercato: eppure è proprio nel bagno che iniziamo la nostra giornata, ed è in bagno che finisce. È qui che ci concediamo momenti di relax e di cura di noi stessi: non può quindi essere relegato solamente allo status di «stanzino con i sanitari». Non dovrebbe rappresentare solo il luogo dedicato alla nostra igiene personale. Per arredarlo terremo dunque conto di alcuni fondamentali fattori.

Superficie, profondità, altezza: gli spazi

Spesso la superficie a disposizione per disporre l’arredamento nel bagno non è molto ampia. L’esigenza di ottimizzare al meglio gli spazi per una maggiore comodità d’uso, che risulti armonica al fattore estetico diventa quindi fondamentale. Per gli spazi piccoli, innanzitutto, la parola d’ordine sarà: colori chiari, sanitari e mobili sospesi di ultima generazione che evitano inutili ingombri e facilitano il passaggio. Per chi ha molto spazio a disposizione, è di grande ‘effetto spa’ la vasca free-standing (ovvero al centro della stanza). Altrimenti si può sempre optare per un comodo e pratico box-doccia.

Per una pulizia del bagno facile e veloce

Quale vano della casa più del bagno necessita di un’igiene giornaliera approfondita? Per questo motivo scegliere complementi d’arredo e sanitari che facilitano la pulizia quotidiana appare di fondamentale importanza. Mobili da bagno e sanitari sospesi semplificano le macchinose operazioni di lavaggio del pavimento. Tra i rubinetti, è preferibile scegliere i modelli a muro. Ottime prestazioni vengono fornite anche dai vasi rimless, ovvero senza brida, il bordo in ceramica tradizionale sotto il quale si accumula la sporcizia, il calcare e i germi. Apparsi recentemente sul mercato sono diventati immediatamente popolari per la facilità di manutenzione.

La praticità e i dettagli

Linee essenziali, minimaliste, pratiche e senza fronzoli: la linearità non deve per forza esprimersi in un design banale o noioso. La si combina con la varietà dei materiali, dei colori e delle soluzioni di design. Less is more, dicono gli inglesi. Anche la disposizione di mobili e sanitari nel bagno non è un elemento da trascurare: entrando, i primi elementi visibili dovrebbero sempre essere un lavandino o la vasca-vano doccia, mai il water o il bidet. Per trovare il giusto compromesso basta cercare in un vasto catalogo di mobili per il bagno. Infine, se da un lato è bene limitare gli eccessi, dall’altro è altrettanto utile personalizzare l’ambiente con un paio di elementi decorativi, non di più — un quadro, un vaso da fiori: migliora l’umore e fa sentire «a casa», in un ambiente intimo e alla propria misura.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta