Gli uomini sono vanitosi come le donne e come tali si avvalgono di professionisti per il proprio look. Capelli e barba devono essere curati, profumati e seguire lo stile imposto dalla moda attuale personalizzando il look mostrando un lato originale e inaspettato.



Ma quando rivolgersi ad un Barber Shop? Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Che cos’è un Barber Shop

Il caro e vecchio barbiere è sempre stato un punto di riferimento per l’uomo stiloso e attento al proprio look. La storia di questa figura professionale è antica e risale all’epoca del Medioevo: il famoso barber pole ovvero quel palo a spirale a strisce bianche e rosse, ancora oggi molto in voga negli Stati Uniti.

Il simbolo Medievale era stato pensato per avvertire tutti i clienti che all’interno non si tagliavano solo barba e capelli ma che si potesse usufruire di alcuni servizi aggiuntivi medici, rimozione carie e pidocchi.

Dopo il 1700 sono state imposte delle regole particolari così che il barbiere facesse il suo lavoro e il medico altrettanto. Il vero boom del barber shop è arrivato negli anni ‘60 quando la cura e lo stile sono diventati quasi maniacali e il barbiere veste il ruolo di confidente.

Nei famosi anni Ottanta tutto cambia e l’unisex prende piede con una offerta di servizi dedicati a uomini e donne, anche per poter aumentare il proprio fatturato. Ma nei giorni moderni il barbiere da uomo riprende vita e i barber shop sono un vero e proprio tempio, per chi desidera uno stile raffinato e ricercato.

Gli esperti di passioneprofessionale.it evidenziano di quanto sia importante oggi avere un locale vintage con strumenti all’avanguardia, dedicati all’uomo e alla sua bellezza.

Barba curata, la nuova tendenza maschile

La barba curata è un must have per l’uomo moderno, che desidera essere sempre al centro dell’attenzione con grande stile. La nuova concezione del salone da barba e capelli riprende il vecchio mood adattandosi con nuovi strumenti all’avanguardia e architetture moderne.

La barberia è un luogo elegante dove la moda è ricercata, con un arredamento in stile anni ‘50 rivisitato in chiave moderna.  Il pit stop per una pausa di benessere meritata dopo una lunga settimana di lavoro.

L’uomo ha riscoperto la voglia di dedicarsi del tempo e l’appuntamento dal barbiere è un momento di vizio, condivisione, risate e trasformazione. I clienti di questi locali riscoprono non solo la moda della barba ma anche i vestiti sartoriali, accessori e tutto ciò che sia in linea con un look ricercato.

Il barbiere non è una figura astratta chiamata a tagliare i capelli e sistemare la barba, bensì un uomo di grande professionalità aggiornato su trend e supporti tecnici di miglioramento estetico. Dall’altra parte c’è il cliente che si gode quelle ore tra panni caldi, lozioni profumate e massaggi per ossigenare la pelle.

Un insieme di vizi irrinunciabili che migliorano corpo e spirito, liberandosi dalle tossine e ritrovando quella fiducia in sé stessi che mancava da tempo. È un locale dove le lancette si fermano e ci si lascia andare, ideale per tutti gli uomini che vivono in questa frenetica era moderna.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta