Il camice bianco classico da laboratorio non è solo un punto di riferimento popolare, ma anche un indumento dalle caratteristiche precise e fondamentali. Chi svolge questo mestiere non solo deve essere riconosciuto per il suo ruolo, ma deve proteggersi da eventuali sostanze corrosive e pericolose.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche dei camici bianchi da laboratorio chimico e dove acquistarli.

Camici da laboratorio chimico, moda o necessità?

Il camice di colore bianco è un elemento distintivo che ha attraversato i secoli, diventando un vero e proprio punto di riferimento. Ma non è da considerare una divisa utilizzata per moda o estetica, bensì per la protezione individuale di chi svolge tale mestiere.

Il colore bianco, inoltre, rimanda al pulito e igienizzato rimandando ad un codice di abbigliamento mirato. Le persone che lavorano in laboratorio hanno spesso e volentieri a che fare con sostanze particolari, pericolose e corrosive. Durante la lavorazione e la manipolazione dei campioni, indossare un camice bianco è irrinunciabile.

Ci sono delle caratteristiche essenziali che questa divisa da lavoro deve possedere. Le scopriamo insieme?

Le caratteristiche di un camice da laboratorio

La scelta del camice da laboratorio è importante perché bisogna tener conto di alcuni fattori molto importanti. Prima di tutto, un abbigliamento professionale di questo tipo deve soddisfare tutti i requisiti di sicurezza imposti sul luogo di lavoro di riferimento.

Il consiglio è di comprare camici da laboratorio su latuta.com ottenendo alta qualità dei tessuti e per osservare tutti i severi standard qualitativi richiesti dalla legge. Bisogna anche considerare che, un camice, deve essere indossato per più ore in un giorno, garantendo tra le altre cose anche un alto livello di comodità.

Per scendere ancora di più nel dettaglio, un buon camice bianco da laboratorio chimico deve:

  • Essere concepito e realizzato con materiali tecnologici antiacido. Le persone che lavorano in laboratorio sono a contatto diretto con sostanze di vario tipo e che sfiorano i livelli massimi di sicurezza. Il grado di acidità contenuto è alto, per questo l’abbigliamento dovrà preservare da corrosioni, lesioni, bruciature e disagio;
  • La lunghezza è oltre il ginocchio coprendo la parte superiore del corpo per preservarla da possibili incidenti (è la zona maggiormente esposta); La lunghezza delle maniche può cambiare a seconda delle regole aziendali imposte, soprattutto con il cambio di stagione.

In moltissimi luoghi di lavoro, le norme di sicurezza sono rigide e severe tanto che anche in estate si invita il personale all’uso di camici con maniche lunghe. Questo è un modo per proteggere maggiormente le varie parti del corpo di un professionista. In moltissimi casi, inoltre, si ha la possibilità di avere anche il pantalone coordinato con le medesime caratteristiche del camice.

Prima di acquistare un camice da lavoro è necessario conoscere regole e richieste da parte dell’azienda, che potrebbero anche variare a seconda delle mansioni e/o reparti.

Come già ampiamente discusso, i tessuti utilizzati devono essere igienici, traspiranti e con una resistenza meccanica evolutiva. Rivolgersi a soli professionisti del settore significa potersi avvalere di abbigliamento sicuro e studiato nei minimi particolari.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta