Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 gen – Simpatico siparietto andato in onda al Tg4. Il conduttore del telegiornale, Giuseppe Brindisi, ha regalato ad Alessandra Mussolini una calza tricolore per l’Epifania. All’interno l’ex eurodeputata ha trovato il popolare dolcetto a forma di carbone. «Sono diventata una befana», ci scherza su la Mussolini. E visto che poco prima si era parlato del sindaco di Roma Virginia Raggi, la nipote del Duce affonda il colpo: «Il carbone però è troppo dolce, io alla Raggi glielo devo fare amaro, proprio non si sa che cosa bisogna regalarle». E poi: «Ecco, il fiele, il fiele bisogna regalarle per come fa vivere i romani».

Quando la Mussolini diede del bastardo a Jim Carrey

Alessandra Mussolini, si sa, non è nuova a polemiche di questo genere. E una di queste aveva addirittura varcato i confini nazionali: in marzo la nipote del Duce, infatti, si è scontrata a distanza nientemeno che con Jim Carry. Nello specifico, il comico americano aveva pubblicato una vignetta di dubbio gusto con Benito Mussolini, nonno di Alessandra, e Claretta Petacci appesi a Piazzale Loreto. «Sei un bastardo», aveva commentato senza mezzi termini la vulcanica nipote della Loren.

Lo scontro con Mughini

Scaduto il suo mandato europeo e rimasta (per il momento) senza una carica istituzionale, Alessandra Mussolini sta moltiplicando i suoi interventi da opinionista in televisione. Cosa che, visto il suo carattere sanguigno, la porta spesso a polemizzare con i personaggi più vari. Di recente, ad esempio, nello studio di Barbara D’Urso ha preso le parti di Alba Parietti contro Giampiero Mughini, il quale aveva dato una severa lezione di storia alla soubrette antifascista. La scelta della Mussolini di non stringere la mano al noto scrittore aveva quindi mandato su tutte le furie l’ex Lotta continua: «Ma com’è che da tuo nonno sei nata tu?», la caustica battuta di Mughini.

Vittoria Fiore