Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 10 apr – Chissà se almeno serpeggia imbarazzo nel governo. Di sicuro l’odierna conferenza stampa di Giuseppe Conte è stata rimandata, per poi essere rinviata di nuovo. Il premier doveva parlare alle 14, come annunciato da vari media, poi però qualcosa dev’essere andato storto. Così ha deciso di rimandare tutto alle 17. Alle 18:30 però è ancora calma piatta, l’intervento continua a slittare e soltanto qualche indiscrezione trapela qua e là. Stando ad esempio a quanto riportato da Adnkronos si è procastinata per ore la riunione di Conte con i capidelegazione della maggioranza.

Certo, sul tavolo ci sono questioni cruciali: c’è il nuovo Dpcm sul coronavirus (con il prolungamento delle misure restrittive in vigore), ma va da sé che il tema principale riguarda il Mes. A quanto appreso da Adnkronos è andata in scena una discussione piuttosto accesa proprio sul fondo “salva Stati”. E così l’ormai consueto ritardo di Conte si è trasformato in un’attesa surreale. Non fosse che in ballo c’è il futuro dell’Italia, sarebbe tutto quasi comico, prova ne sono a riguardo gli svariati commenti ironici sui social.

“Io ho una sola parola: la mia posizione e quella del Governo sul Mes non è mai cambiata e mai cambierà”, ha scritto stamani il premier su Facebook. “Più tardi in conferenza stampa vi aggiornerò su questo e su altre importanti questioni che riguardano il nostro Paese. A più tardi”. Intanto più che altro si è fatto tardi, ma di Conte ancora nessuna traccia.

Aggiornamento: Conte ha annunciato conferenza stampa alle 19:30. Ammesso che non slitti di nuovo

Eugenio Palazzini

5 Commenti

Commenta