Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 gen – Il centrodestra chiede le dimissioni di Giuseppe Conte e del governo giallofucsia con una risoluzione unitaria presentata alla Camera. La richiesta arriva dopo le comunicazioni del premier in Aula. I firmatari sono i capigruppo della coalizione: Riccardo Molinari della Lega, Mariastella Gelmini di Forza Italia, Francesco Lollobrigida di Fratelli d’Italia, Maurizio Lupi di Noi con l’Italia e Giorgio Silli di Cambiamo!.

Centrodestra chiede dimissioni Conte: “Governo inadeguato”

Alla base della risoluzione, “l’assoluta inadeguatezza del governo nell’affrontare sia gli effetti sanitari che gli effetti economici della pandemia“. Ma anche l’incapacità a garantire un esecutivo stabile e compatto. Si punta il dito contro le modalità “tutt’altro che politiche-istituzionali” di risolvere la crisi e la maggioranza “artificiosa” che ne verrebbe fuori. Inoltre Lega, FdI e FI evidenziano che in ogni caso – sondaggi alla mano – la maggioranza di governo che uscirebbe da questa crisi “non rispecchierebbe la volontà popolare”.

“Governo con maggioranza risicata o inesistente non è ciò di cui ha bisogno l’Italia

La risoluzione, che sarà votata dall’Aula, è stata decisa dal vertice del centrodestra di questa mattina a Montecitorio. A cui hanno preso parte, oltre al leader della Lega Matteo Salvini e alla leader di FdI Giorgia Meloni, anche Ignazio La Russa, Gaetano Quagliariello, Maurizio Lupi, Lorenzo Cesa, il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani. Presente anche, in video collegamento dalla Francia, Silvio Berlusconi. “Durante il vertice è stato ribadito che un governo con una maggioranza risicata o inesistente non è ciò di cui ha bisogno l’Italia per affrontare le difficili sfide dei prossimi mesi”, si legge in una nota.

“Senza maggioranza assoluta Conte si deve dimettere”

“Conte dice che ha fiducia nei parlamentari e negli italiani? Bene, auguri”, ha tagliato corto con l’AdnKronos Salvini. “Ha detto che deve rimanere al governo per fare le cose che chiedono gli italiani, a partire da una legge elettorale proporzionale. Vabbè, è ufficiale, ormai costui vive su Marte“, ha chiosato il leader della Lega. “Superata l’avvilente fase del ‘mercato delle vacche’, il premier Conte ha solo una strada avanti a sé: senza una maggioranza assoluta alla Camera e al Senato presenti le dimissioni al presidente della Repubblica. Il centrodestra unito è pronto sia a prendersi la responsabilità di governo sia ad andare al voto”, ha detto Giorgio Mulé, portavoce dei gruppi di Forza Italia di Camera e Senato.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta