Il Primato Nazionale mensile in edicola

uggettiLodi, 3 mag – Nuova tegola giudiziaria sul Pd: Simone Uggetti, il sindaco di Lodi, è stato arrestato dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza per turbativa d’asta. È accusato di aver favorito, confezionando “un bando su misura”, la società Sporting Lodi nella gestione delle piscine comunali scoperte della città. Insieme a lui è stato arrestato anche l’avvocato Cristiano Marini, consulente della Sporting. L’imbarazzo, nel partito, non è poco, dato che Uggetti è considerato il braccio destro del vicesegretario democratico Lorenzo Guerini, che lo aveva scelto per due volte come assessore all’Ambiente e alle Attività produttive nelle sue Giunte quando era presidente della provincia di Lodi. Tale arresto, inoltre, arriva a pochi giorni dall’inchiesta che ha travolto il Pd campano con l’ex consulente di Matteo Renzi, Stefano Graziano, indagato perché ritenuto legato al padrino del clan dei Casalesi Michele Zagaria.

Secondo i magistrati, Uggetti e Marini avrebbero “alterato il libero svolgimento della gara”. La turbativa si sarebbe realizzata “attraverso il confezionamento del bando con l’espresso riconoscimento di punteggi che potessero in concreto favorire la Sporting Lodi SSD e garantirle il buon esito dell’appalto”. Inoltre Uggetti e Marini avrebbero “tentato, in alcuni casi anche con successo, di occultare prove indispensabili per la ricostruzione dei fatti”, ad esempio tramite la formattazione di alcuni pc usati, si sospetta, per attività illecite. Ed è per questo – per il rischio di inquinamento delle prove, oltre che per quello di reiterazione del reato – che la procura chiede e ottiene la misura cautelare. L’indagine è partita quando, a metà marzo, una dipendente si rivolge alla Guardia di Finanza e presenta un esposto sull’appalto dopo essersi rifiutata di realizzare, a suo dire su diretta indicazione del sindaco, un bando su misura per la Sporting Lodi.

Giorgio Nigra

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Giorgio Nigra niente di nuovo, questa e’ l’italietta su cui i media si scontrano e riempiono pagine,sono ladri di polli,i grandi numeri sono altrove e nessuno ne parla.

Commenta