Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 feb – Si è spento nella notte, a Roma, Franco Marini a causa di complicanze insorte nella sua lunga degenza post covid: aveva 87 anni. Noto per la sua lunga militanza sindacalista nella Cisl, di cui ne è stato segretario dal 1985 al 1991, e per l’altrettanto lungo impegno politico nella sfera democristiana. Già segretario del Partito Popolare Italiano, ministro del Lavoro e Presidente del Senato, parlamentare italiano ed europeo. È stato anche presidente del comitato storico-scientifico per gli anniversari di interesse nazionale, istituito presso la presidenza del Consiglio dei Ministri.

Marini, lo scontro con Renzi e il ricordo dei politici

“Non so cosa faranno i miei” però “votare Franco Marini oggi significa fare un dispetto al Paese, non a Matteo Renzi“. Quindi “chi non vuole non lo voti”. Così il leader di Italia Viva, allora sindaco di Firenze, nel 2013 stroncò la proposta di Marini al Colle. Renzi lo definì infatti “l candidato del secolo scorso” che era già “stato bocciato un mese fa alle elezioni”.

“Profonda tristezza per la notizia della scomparsa di Franco Marini. Tanti pensieri, tanti ricordi. Un grande protagonista. Un grande amico”, ha scritto sui social Enrico Letta (ex premier PD). “Ci ha lasciato Franco Marini“, ha scritto sui social Pierluigi Castagnetti (PD). “Uomo integro, forte e fedele a un grande ideale: la libertà come presupposto della democrazia e della giustizia. Quella vera”.

“Oggi piangiamo la scomparsa di Franco Marini, politico e sindacalista di spessore – ha detto il presidente del Senato Elisabetta Casellati -, uomo di indiscussa integrità morale. Presidente del Senato e Ministro, è stato un importante protagonista della nostra storia repubblicana. L’Italia ricorderà il suo prezioso contributo, nei ruoli politici e istituzionali, sui temi del lavoro e sul rafforzamento della democrazia parlamentare. Ai familiari giunga il mio cordoglio e quello del Senato della Repubblica”

L’ex Presidente della Camera, Pieferdinando Casini, ha definito il compianto politico e sindacalista abruzzese “uno degli uomini più rappresentativi di un’intera stagione della vita dei democratici cristiani, un sindacalista intrepido e coraggioso, capace di sfidare l’impopolarità, un grande dirigente della DC e successivamente un Presidente del Senato che non dimenticheremo facilmente”.

“Un pensiero commosso per la scomparsa di Franco Marini da me e da Fratelli d’Italia. Se ne va un uomo che dedicato la sua vita alla politica e alla difesa dei lavoratori”, ha dichiarato la presidente di FdI Giorgia Meloni.

Lorenzo Leoncini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta