Tutti parlano del fatto che Omicron è meno pericolosa, che per i vaccinati è come un raffreddore, che la pandemia è un’endemia, che in primavera saremo fuori da tutto, poi però arriva Speranza e dice che il governo punta tutto sul green pass. Rispondendo al question time alla Camera, il ministro della Salute non lascia speranza – il gioco di parole è voluto, mai cognome fu meno appropriato. “Il governo continuerà a puntare sul green pass, c’è stata una estensione del suo utilizzo. La strategia del governo è continuare a puntare sul certificato verde“. Più chiaro di così.

Speranza punta tutto sul green pass, anche senza pandemia

E’ conclamato insomma che il governo intende proseguire con la discriminazione e l’isolamento dei non vaccinati – sprovvisti del super green pass che apre tutte le porte, da quella del ristorante a quella automatica della metropolitana. L’obiettivo ufficiale è ovviamente ridurre al lumicino i non vaccinati, se possibile eliminarli del tutto. E questo – attenzione – al di là di quanto possa incidere sulla curva dei contagi. Anche perché è evidente che l’aumento dei positivi non si ferma con la puntura. Il vaccino – e questo è vero – serve a non intasare le terapie intensive, perché protegge dalle forme gravi del Covid. Oggi Bassetti, super fan del vaccino della prima ora, ha detto che nel suo reparto ci sono 19 ricoverati per Covid, di cui 18 non vaccinati. Ma è altrettanto vero – lo dice l’Iss – che l’80% dei nuovi positivi sono asintomatici o paucisintomatici.

Presto l’aumento dei positivi conclamerà la fine della pandemia

Sempre Bassetti, però, ha detto pure che a primavera saremo fuori dalla pandemia, perché la metà della popolazione sarà positiva. Insomma, quei numeri snocciolati tutti i giorni e amplificati dai media filogovernativi per terrorizzare i cittadini saranno la prova provata che ci saremo liberati del virus. Perché appunto sarà endemico. E non farà più male come un tempo. Un concetto semplice che però vede ancora non poche resistenze, con a turno i vari espertoni che dicono: “Attenzione a parlare di Omicron come di semplice influenza, non è ancora così”. A sentire loro – tutti allineati con Speranza – non è mai ora di parlare di fine pandemia. Perché ci sono possibili nuove varianti in agguato, perché gli under 12 non sono vaccinati. Si mettono in mezzo pure i bambini, insomma. Tirando in mezzo i genitori che ingenuamente corrono a vaccinarli.

Il green pass è uno strumento politico punitivo

Bello il dibattito, in tv e sui social, ma tanto decide Speranza. E’ questo il succo della questione. Ora che sempre più voci fuori dal coro dicono che bisogna cambiare passo, che anche nel governo c’è chi è pronto a rivedere la comunicazione istituzionale sul Covid, il ministro della Salute arriva e dice: “Siamo in una fase nuova e molto complessa“. Mai una parola di speranza (nomen non est omen, nel suo caso, lo ripetiamo), sempre quel tono di allarmismo. Ma adesso che inevitabilmente, in modo ineluttabile, si va verso la fine della pandemia appare ancora più evidente cos’è che stride. Il green pass. Ossia uno strumento politico ed ideologizzato per controllare i cittadini. Uno strumento punitivo spacciato per passaporto di libertà. Il giro di vite insomma non è più straordinario, dettato dall’emergenza, ma presto sarà ordinario. La nuova normalità di cui tutti parlano.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Da; Nationalfile.com
    “National File reported in December that experts in Israel warned of COVID-19 “booster” injections causing what was described as “immune system fatigue.”
    Now, European Union regulators have joined in, with warnings that the injections could “weaken” the immune system.”
    Ci dicono quindi che sia in Israele che l’ Unione europea stanno avvertendo che le ripetute iniezioni possono indebolire il sistema immunitario.
    La verità stà uscendo fuori e per il governo saranno guai.Lo si vede già dal Bassetti che cambia bandiera, considerando anche che mortalità ed altri effetti collaterali sono estremamente elevati per una terapia che dovrebbe guarire gente sana.

Commenta