Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 feb – Si parla tanto di programmi e contratti di legislatura, ma è chiaro che le uniche cose davvero in ballo in questa crisi di governo sono i nomi: chi sarà il premier, chi farà il ministro, chi si accaparrerà la poltrona da sottosegretario. Punto. Il resto sono solo chiacchiere. Ne è convinto anche Peter Gomez, che in proposito ha evocato nientemeno che il grande tabù di questa sarabanda parlamentare: le elezioni anticipate. Durante l’ultima puntata de L’aria che tira, il direttore dell’edizione online del Fatto Quotidiano ha mostrato di avere le idee chiare: «Quando si fa uno strappo di questo tipo, come quello che ha fatto Renzi, si esce vincenti quando si hanno ministri di maggior peso e poi si riesce a far fuori quello che lui considera l’arcinemico», e cioè Giuseppe Conte.

«Un mercanteggiamento schifoso»

In realtà, piega Peter Gomez, «Renzi avrebbe potuto dichiararsi vincitore già ieri, dopo aver ottenuto quei ministeri di peso che voleva». Ma questo non è successo, e il leader di Italia Viva sta continuando ad alzare la posta: «A questo punto gli italiani hanno visto lo schifo a cui stiamo assistendo», afferma senza mezzi termini il direttore del Fatto online, definendo come «mercanteggiamento» le trattative tuttora in corso tra le forze della maggioranza giallofucsia. Insomma, «la storia del programma è una palla colossale», dice Gomez senza mezzi termini.

Anche Peter Gomez vuole le elezioni

Arrivati a questo punto, quali potrebbero essere le vie d’uscita dalla crisi? In tal senso Peter Gomez non vede alternative: «In una situazione del genere, la cosa più sana è andare a elezioni e dare la parola al popolo sovrano». Insomma, basta compravendita di parlamentari, poltrone e ministeri: si torni al voto e la si faccia finita con questo mercato delle vacche. Il discorso di Peter Gomez, ovviamente, non fa una piega, ma è chiaro che nessuno vuole davvero andare alle elezioni anticipate, da Renzi a Mattarella, da Conte all’ultimo dei deputati grillini. E allora avanti con la farsa. Fino alla fine.

Il video

Vittoria Fiore

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta