Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 24 feb – È felice come una pasqua Romano Prodi. Il suo volto è raggiante e le sue parole scorrono come miele all’indirizzo degli ex nemici. Il motivo? Ormai in Italia non esiste più un’opposizione. O meglio: Prodi esulta per la svolta europeista della Lega, con Salvini e Giorgetti che hanno finito per dare ragione al «Mortadella». In pratica, il «populismo» è stato assassinato dai suoi stessi sostenitori: il M5S, spiega l’ex premier, si è trasformato in partito e «grazie a Grillo ha accettato la responsabilità di governo», senza contare il voto decisivo per l’elezione di Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione Ue. E poi, appunto, c’è il Carroccio, ormai convertito sulla via di Damasco al verbo e al catechismo di Bruxelles.



Prodi esulta per la Lega europeista

«Vedo positivamente la svolta europeista della Lega», gongola Prodi ospite da Floris a DiMartedì su La7. «Quando sento apprezzamenti sull’euro da coloro che mi insultavano per aver contribuito a costruirlo, io sono contento», aggiunge il Professore. «Due anni fa i nostri osservatori europei dicevano che l’Italia era a rischio per il populismo. E adesso invece si accetta l’euro, si accetta l’Europa», e vissero tutti felici e contenti.

Black Brain

Guarda anche: «L’euro un danno per gli italiani, basta dire sciocchezze»: La Russa bacchetta Prodi (Video)

Il gioco pericoloso di Salvini

I complimenti di Prodi non possono certo far piacere agli elettori della Lega, europeista di nome o di fatto che sia. Vedere il nemico di sempre che ti dice «bravo ché mi stai dando ragione», in effetti, lascia smarriti e perplessi. D’altra parte, tutti sapevano che Salvini, seguendo il Rasputin padano (Giorgetti), si è messo a fare un gioco molto pericoloso. Perché il confine tra strategia lungimirante e tatticismo suicida, a volte, può essere molto labile. La Lega è diventata una corazzata, salvandosi da morte annunciata, perché il giovane segretario ha saputo trasformare il Carroccio in un partito a vocazione nazionale ed è riuscito a farsi interprete del vasto e variegato mondo sovranista. Ora, però, l’abbraccio con Draghi e Bruxelles può davvero risultargli fatale.

Il video

Vittoria Fiore

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta