Roma, 20 ago – “La spina si stacca in Parlamento, se il presidente Conte si autostacca la spina è una scelta sua, se da domani qualcuno è al tavolo con Renzi vuol dire che c’era un disegno preordinato”. Così Matteo Salvini ai cronisti in Senato. “La Lega lo lascia il margine. Sono disposto a tagliare i parlamentari e poi ad andare al voto il più velocemente possibile”, ha poi dichiarato il ministro dell’Interno ribadendo così, dopo il suo discorso in aula, di essere di fatto disponibile a ragionare ancora con il M5S per andare avanti ancora qualche mese prima di tornare alle elezioni. Il leader della Lega, come ha precisato durante il suo discorso, teme però che vi sia già un accordo “di potere e di spartizione” già scritto “tra M5S e Pd”. In caso contrario però sarebbe disposto, pur di non tardare troppo il giorno del voto, a un accordo con in pentastellati per “tagliare i parlamentari”.

La Meloni attacca Conte e chiede di andare al voto

Intanto con un video pubblicato su Facebook, è intervenuta nel dibattito odierno anche Giorgia Meloni: “Giuseppe Conte utilizza parole auliche per nascondere l’obiettivo reale: difendere le poltrone del Movimento 5 Stelle”, ha detto il presidente di Fdi. Secondo la Meloni infatti “non si può invocare il rispetto della Costituzione e poi tramare per un osceno governo Cinquestelle-Pd che ha come unico obiettivo quello di impedire agli italiani di esercitare la loro sovranità, prevista dall’articolo 1 della Costituzione”. Il leader di Fratelli Italia ha poi affermato che il suo partito si recherà “dal Presidente Mattarella” a chiedere “elezioni subito, perché dalle elezioni può nascere un governo forte e coeso, capace di difendere gli interessi italiani”.


Alessandro Della Guglia

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here