Roma, 13 ago – Al via il voto al Senato. La seduta è iniziata e l’Assemblea dovrà dire la sua sulle modifiche al calendario decise ieri dai capigruppo, dove M5S e Pd hanno votato insieme, fissando per il 20 agosto la seduta sulle comunicazioni che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha detto che è disponibile a rendere.


Matteo Salvini ha annunciato che non ritirerà i ministri, specificando che parlerà in Aula: “Per la Lega parlo io”. Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega, ha confermato che il suo partito “chiede che il Senato voti la mozione di sfiducia a Conte nella giornata di domani”. Mentre Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia, ha dichiarato che il suo partito chiederà che “la mozione di sfiducia a Conte sia votata già oggi in coda al voto dell’Aula sul calendario”.

Presa la parola in Aula, Salvini ha detto: “Come sono lontani i riti della politica dal paese reale, che non si capisce perché non si debbano disturbare i parlamentari a ferragosto”. Poi ha affermato di condividere la richiesta di Luigi Di Maio volta ad approvare subito il taglio dei parlamentari per poi andare alle elezioni. “Tagliamo i parlamentari la settimana prossima e andiamo subito a votare”, ha detto il leader leghista, “non capisco questo terrore, ma capisco il terrore di Renzi, visti i disastri che ha fatto gli italiani lo mandano a casa sicuramente, quindi piuttosto che lasciare la poltrona sta qua col Vynavil”. Poi il vicepremier ha aggiungo: “Il bello è che saremmo noi gli antidemocratici e i fascisti che non vogliono andare alle elezioni e non vogliono far parlare la gente”, ha dichiarato Salvini.

Luca Ciriani, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha chiesto di votare subito la mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte per “avere presto un nuovo governo”. E “se l’alibi da togliere è quello della riduzione dei parlamentari, noi siamo prontissimi purché non diventi un alibi per allungare la vita della legislatura. Quindi niente giochetti, ma certezza della data del voto”.

Intanto Matteo Renzi scrive su Twitter: “Salvini ha fatto un intervento di 10 minuti e mi ha citato 13 volte. Renzi, Renzi, Renzi… O è innamorato o è ossessionato. O tutti e due#CapitanFracassa“.

Stefano Patuanelli, capogruppo del M5S: “Possibile votare taglio dei parlamentari solo se viene ritirata la mozione di sfiducia a Conte”.

Il Senato ha bocciato le proposte di Lega, Fdi, e Forza Italia sulla mozione di sfiducia a Conte. Sfiducia che dunque non verrà votata né oggi né domani. Il premier riferirà in Aula il 20 agosto.

Alessandro Della Guglia

 

2 Commenti

  1. Non me ll’aspettavo ma anche salvini e’ fallito, troppe fidanzate lo hanno scimunito.E io ho votato salvini e me lla son pigliattancul

  2. Secondo me, al voto sul taglio dei parlamentari la Lega si asterra’ e lascerà il cerino in mano al PD.

Commenta