Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 giu – Maggioranza in Parlamento, sempre più minoranza nel “Paese reale”. Le intenzioni di voto degli italiani condannano infatti senza appello il governo giallofucsia. Stando all’ultimo sondaggio realizzato da Noto per Porta a Porta, il totale delle rilevazioni di Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Cambiamo! di Giovanni Toti, supererebbe oltre la metà dei consensi totali, attestandosi addirittura al 51%. Per il centrodestra ben 10 punti in più dell’attuale maggioranza di centrosinistra al governo: il Pd è fermo al 19,5%, i 5 Stelle al 17, Italia Viva al 3,4% e LeU all’1,5. Tutti insieme intercettano il 41,5% dei consensi totali. 

La “lista Conte” non sposta gli equilibri generali

Situazione che non cambierebbe nemmeno nell’ipotesi di una “lista Conte” alle prossime elezioni. Stando alle rilevazioni di Noto i consensi per il centrodestra, sia con la presenza del soggetto legato direttamente a Giuseppi sia con la conferma della situazione attuale, resterebbero uguali. Totalmente stravolta la geografia politica giallofucsia in caso di lista del premier: Conte andrebbe ad intercettare circa il 14% di consensi, rubando a Pd e 5 Stelle, che crollerebbero entrambi all’11%. Se invece l’attuale presidente del Consiglio diventasse ufficialmente il leader dei pentastellati si registrerebbe un balzo in avanti per i grillini fino al 23%, mentre i dem ne risentirebbero scendendo al 16%.

Lega stabile, Fratelli d’Italia in crescita

All’interno del centrodestra i rapporti di forza restano stabili, con la Lega ferma al 28,5%, Fratelli d’Italia al 14% e Forza Italia al 7%. Cambiamo! di Toti al momento non supera l’1,5% dei consensi. Tra gli altri si registra la crescita di Azione di Carlo Calenda al 3%, mentre i Verdi sono all’1,5% e Più Europa appena allo 0,5%. Tutte le altre liste insieme non sommano più del 2,5% dei consensi.

Davide Romano

Commenta