Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 13 lug – Sono stati attimi di panico quelli che si sono vissuti ieri alla stazione degli autobus di Lampugnano, alle porte di Milano. Un immigrato africano ha minacciato con un coltello i passeggeri che aspettavano la partenza del bus diretto in Sicilia.
Tutto è avvenuto in pieno giorno, erano quasi le 13. Secondo quanto riporta una cronista presente per caso sul bus l’immigrato avrebbe bloccato la partenza dell’autobus mettendosi in mezzo alla strada e dando in escandescenze. 
La follia dell’africano, armato di coltello e bottiglia di birra che è stata scagliata contro il vetro della porta dell’autobus, poteva sfociare in tragedia, ma con un blitz alcuni agenti di polizia sono riusciti a evitare il peggio. Gli hanno intimato di fermarsi, puntandogli la pistola, e poi approfittando di un attimo di distrazione dell’africano in preda ai fumi dell’alcol e a un attacco di pazzia, da dietro gli hanno fatto un sgambetto per farlo cadere a terra. A quel punto lo hanno immobilizzato e gli hanno messo le manette ai polsi. A suo carico le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, procurato allarme e false dichiarazioni sulla propria identità. L’immigrato, che si chiama MamadouYacoub, ha 36 anni ed è nigeriano, è risultato essere regolare, anche se ha già un precedente per procurato allarme.
L’intera scena è stata ripresa dal telefono dall’autista del pullman. “Queste sono le situazioni nelle quali si trovano ad operare le forze dell’ordine ogni giorno – commenta il Sap, Sindacato di Polizia, che ha pubblicato il video di quanto accaduto sulla sua pagina facebook  – ogni istante impiegato per decidere come fermare questi soggetti può essere fatale”.
Questo il video della scena

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Adesso aspettiamoci qualche imbecille con la camicia rossa che critica gli agenti perchè la risorsa è stata trattata male.

Commenta