Il Primato Nazionale mensile in edicola

Siena, 4 mar – Parte la sperimentazione sugli esseri umani degli anticorpi monoclonali di fabbricazione italiana. «Nel giro di un mese ci aspettiamo i primi dati sulla sicurezza», mentre «verso maggio-giugno i primi dati sull’efficacia». Poi, compatibilmente con i risultati, il farmaco potrà essere messo a disposizione del Servizio sanitario nazionale a partire dall’estate. Ad annunciarlo è stato il dottor Rino Rappuoli, microbiologo, coordinatore scientifico del Mad Lab di Fondazione Toscana Life Sciences.



Iniziano i test sugli anticorpi monoclonali italiani

Dalla prossima estate, i malati di Covid nelle prime fasi (48-72 ore dalla comparsa dei primi sintomi) della malattia potranno guarire con un’iniezione intramuscolare «fatta in ospedale, a casa o dal medico». I pazienti guariranno dall’infezione in 3 o 4 giorni. Tutto questo grazie agli sforzi del Mad Lab, da circa un anno al lavoro sulla ricerca degli anticorpi monoclonali con un team di una ventina di ricercatori (quasi tutte donne e italiane).

Black Brain

Più potente del Regeneron

Dal giorno della scoperta del «paziente uno» di Codogno il gruppo di ricerca, sotto la direzione dello stesso Ruoppoli, non si è mai fermato. Il risultato è il primo, e ad oggi unico, farmaco a base di anticorpi monoclonali prodotto in Italia, in grado di superare in efficacia quelli di fabbricazione straniera, compreso il Regeneron – quello che curò dall’infezione Donald Trump. L’anticorpo è inoltre capace di contrastare anche le varianti inglese, sudafricana e brasiliana.

«Gli anticorpi sono sostanze naturali prodotte dal nostro organismo. Noi non abbiamo fatto altro che selezionare gli anticorpi prodotti dai pazienti guariti, riprodurre in laboratorio quelli più potenti, fino a passare alla produzione industriale che li rendono un medicinale da reiniettare nelle persone», è la ricetta di Ruoppolo.

Il prezzo sarà contenuto

Il prezzo degli anticorpi monoclonali, molto elevato, è uno dei principali temi su cui dibatte la comunità scientifica. Il Mad Lab ha una soluzione anche per questo. «Abbiamo cercato di sviluppare un farmaco molto potente così che sia possibile averne dosaggi inferiori a prezzi accessibili». A tal punto da essere abbordabile anche per i Paesi poveri: «Il nostro farmaco monoclonale è pensato anche per i Paesi poveri perché, come detto, è potente e prodotto a un prezzo accessibile». Gli anticorpi monoclonali «tricolori»  sono prodotti per conto di Tls dal partner industriale Menarini Biotech, presso lo stabilimento di Pomezia, nel Lazio.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta