Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pescara, 3 lug – Immigrato morde il finanziere dopo che il cane di quest’ultimo ne segnala il possesso di stupefacenti. Verrebbe da chiedersi chi dei due è più cane. E’ successo a Pescara durante un controllo antidroga condotto dalla Guardia di Finanza nei pressi della stazione ferroviaria: il protagonista della vicenda è un pusher nigeriano di 24 anni, finito nel mirino dei militari dopo che il loro cane era scattato sull’attenti, puntando l’immigrato. Alla richiesta di esibire i propri documenti d’identità l’uomo aveva subito mostrato un atteggiamento ostile e recalcitrante, divenuto poi minaccioso, per poi sfociare nella solita rabbia bestiale e culminare nell’aggressione di uno dei due agenti.

Un fiume di precedenti

Così uno dei due militari delle Fiamme Gialle è stato assalito dal nigeriano, che lo ha morso con ferocia ad un polso provocandogli una lesione guaribile in sette giorni. Ma non è finita qui: l’immigrato, che i colleghi del finanziere ferito avevano ammanettato, una volta condotto in caserma per accertarne l’identità risultava di essere già noto alle forze dell’ordine. Durante i controlli sono emersi i precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio e contro la pubblica amministrazione. L’africano, inoltre, aveva anche violato i domiciliari disposta nei suoi confronti dal tribunale di Napoli. Le autorità di Pescara lo hanno così incriminato con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltre che per il reato di evasione. “L’attività posta in essere dalle Fiamme Gialle”, fanno sapere dal Comando Provinciale, “dimostra ancora una volta quanto elevata sia l’attenzione al controllo del territorio, soprattutto nelle zone maggiormente a rischio della città e della provincia di Pescara, ove le pattuglie operano quotidianamente in ottica sia preventiva che repressiva delle condotte illecite più frequenti (spaccio di sostanze stupefacenti, vendita di prodotti con marchi contraffatti, ecc.)”.

Cristina Gauri

5 Commenti

  1. E ci sono degli italiani che vogliono fare entrare nel nostro paese tanti altri delinquenti clandestini.Col cavolo che gli ospiterebbero a casa loro; vogliono scaricarli sulla comunità cioè sugli altri.E si credono anche di essere alla moda nel fare gli immigrazionisti!

  2. Chiudere il negraccio cannibale in una gabbia assieme a 5 molossi affamati e incazzati. Gli passerebbe il vizio di mordere.

  3. Che ..zzo di guera c’è in sta minchia di nigeria ?
    Chi ha colonizzato quella m… di paese ?
    Sono TUTTI spacciatori …
    Quindi ? FUORI TUTTI DAI COGLIONI vadano in UK
    o a casa ,e aggiungiamo nel trasporto i loro amici i
    catto-merde

Commenta