Roma, 25 mag – Biden attacca e poi smorza, la Cina risponde e va anche oltre sul caso Taiwan. L’esercito di Pechino avvia esercitazioni al confine, come riporta Tgcom24.

Cina, la stretta militare vicino Taiwan

Pattuglie addestrate a combattere. “Esercitazioni di combattimento reali” si legge. La Cina, nel mare e nello spazio aereo intorno a Taiwan, si prepara. La risposta è chiaramente indirizzata anche agli Usa, per la precisione alle “recenti attività di collusione tra Stati Uniti e Taiwan”. Shi Yi, portavoce del Comando orientale dell’Esercito popolare di liberazione è molto duro in una nota sulle parole del presidente Joe Biden dell’altro ieri, in particolare sull’intervento militare americano in difesa dell’isola in caso di attacco cinese. Così parla Yi: “È ipocrita e futile che gli Usa dicano una cosa e ne facciano un’altra su Taiwan, e spesso incoraggino le forze dell’indipendenza di Taiwan”.

La tensione con gli Usa

Il coacervo di dichiarazioni contrastanti tra Washington e Pechino sul tema è stato particolarmente denso negli ultimi giorni. Ad un presidente americano Joe Biden che minaccia interventi la Cina risponde con la preparazione agli stessi. Non è un caso che il comando della Cina su Taiwan, sempre tramite Yi, abbia ammesso apertamente di voler inviare “un severo avvertimento sulle recenti attività collusive dei secessionisti di Taiwan e degli Stati Uniti“. Infine, i soldati “sono determinati e in grado di contrastare qualsiasi interferenza esterna e tentativi di forze separatiste dell’indipendenza di Taiwan”, con l’obiettivo “di salvaguardare con determinazione la sovranita’ e la sicurezza nazionale, nonché la pace e la stabilità regionali”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta