Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 15 ott – Ci risiamo, i social boicottano Donald Trump in piena campagna presidenziale e lui punta il dito: Facebook e Twitter hanno bloccato la condivisione di un articolo per coprire il rivale dem Joe Biden. La notizia in questione, riportata dal New York Post, rimette sotto i riflettori la vicenda secondo cui il figlio di Biden, Hunter, avrebbe aiutato il gruppo del gas ucraino Burisma a sfuggire a delle indagini su una presunta corruzione. Nel pezzo sono pubblicate anche delle e-mail di Hunter. I social da tempo stanno censurando il presidente Usa con il risultato di favorire il rivale democratico.

Trump: “E’ una ‘pistola fumante’ contro Biden e suo figlio Hunter. E’ solo l’inizio per loro”

Terribile – scrive su Twitter Trump – che abbiano smontato la storia che è una ‘pistola fumante’ contro Joe Biden e suo figlio Hunter. E’ solo l’inizio per loro – minaccia ancora il tycoon – non c’è niente di peggio di un politico corrotto“. Il quotidiano conservatore ha pubblicato e-mail che a quanto pare sarebbero state recuperate – non è chiaro come – da un computer appartenente a Hunter. Il figlio dell’ex vicepresidente di Obama è stato dal 2014 al 2019 nel consiglio di sorveglianza della Burisma, al centro del processo di impeachment contro Trump, accusato di aver fatto pressioni sull’Ucraina per indagare sulle attività commerciali di Joe e Hunter Biden. Come è noto, il presidente è stato assolto a febbraio. Sulla pagina Twitter ufficiale di Trump c’è un breve video che ricostruisce la vicenda ripresa dall’articolo censurato dai social che si conclude con la scritta “Joe Biden è un bugiardo che ha fregato il nostro Paese per anni“.

Bloccato anche l’account dell’addetta stampa della Casa Bianca per aver condiviso lo stesso articolo

Ma non finisce qua, Twitter ha bloccato anche l’account dell’addetta stampa della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, per aver condiviso l’articolo in questione del New York Post. La notizia è riportata dal The Washington Times. “L’hanno bloccata solo perché cercava di diffondere la verità“, ha commentato Trump durante un comizio in Iowa. McEnany ha invece parlato di “censura” che non dovrebbe aver posto in America.

Stasera il duello tv a distanza

Saltato il dibattito presidenziale, stasera ci sarà il duello tv a distanza tra Trump e Biden. Entrambi i candidati alla presidenza si sfideranno davanti a milioni di telespettatori rispondendo alle domande degli elettori. Nbc ha infatti reso noto che il presidente sarà sul palco a Miami alla stessa ora dell’evento televisivo già programmato da Biden da Philadelphia e trasmesso dalla Abc.

Adolfo Spezzaferro

1 commento

Commenta