Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 ott – E’ intubato in terapia intensiva con una polmonite interstiziale da Covid-19 D.G., 31 anni, gestore del pub antifascista La casa clandestina a Ostia. E stando a quanto riportato dal sito di cronaca lidense Canaledieci, avrebbe lavorato per giorni con la febbre – conscio di averla, come avrebbe riferito ai medici – fino a quando la situazione non è precipitata del tutto e si è resa necessaria l’ospedalizzazione. A . E’ ora al vaglio della Asl Roma 3 l’ipotesi di avvio di un’indagine epidemiologica per individuare tutti o gran parte degli avventori del pub negli ultimi sette giorni.

Condizioni critiche

L’uomo, un personaggio molto in vista nella galassia antagonista del X Municipio, è in condizioni critiche e ha bisogno di ventilazione assistita. Il locale, nel quale, come detto, D.G. avrebbe ammesso di lavorato pur accusando chiara sintomatologia febbrile, è stato chiuso ieri sera in attesa delle determinazioni delle autorità sanitarie, che prevedono la sanificazione della struttura, i tamponi e la misura della quarantena per i collaboratori e i loro stretti familiari.

L’appello

Nel frattempo, sempre secondo quanto riportato da Canaledieci, alcuni degli avventori abituali de La casa clandestina hanno diffuso un messaggio che da ieri rimbalza di chat in chat all’interno del X Municipio: «Ho saputo che oggi Diego è stato ricoverato a seguito della sua positività al Covid-19. L’ultima volta che è stato visto da un mio conoscente al suo locale è stato il 6 ottobre e già non stava in gran forma.Vi invito caldamente a fare girare la voce in quartiere per dare la possibilità a chi è entrato in contatto con quel locale e con Diego tra fine settembre e il 6 ottobre di adottare tutte le misure necessarie per il contenimento del virus», suggerendo di effettuare il tampone, se possibile, per individuare eventuali contagiati.

Cristina Gauri

2 Commenti

  1. questo è un comportamento sbagliato e grave,da parte del gestore.
    spero che stia presto meglio,
    per poi essere STANGATO dalle autorità,come è giusto che sia…
    perchè senz’altro avrà contagiato altri.

    ma,a parte questo,

    laziale:
    sei disgustoso,sai?
    e piccolo,dentro.
    prega che non capiti anche a te,piuttosto:
    perchè non è per niente
    divertente stare male,non sapere se se ne esce…
    e avere pure i beccamorti
    ai piedi del letto.

Commenta