Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 15 ott – Almeno due immigrati di origine nordafricana sarebbero stati visti scendere da un furgone della Gendarmerie a Claviere, comune della città metropolitana di Torino a pochi passi dal confine con la Francia. La denuncia arriva dalla Polizia, che avrebbe intercettato – filmandolo e segnando il numero di targa – il mezzo mentre “scaricava” i due uomini in un boschetto dei dintorni della città in alta Val di Susa.
I fatti risalgono a venerdì, quando lo “sconfinamento” è stato registrato da agenti della Digos in servizio in una delle zone calde della rotta fra Italia e Francia, dove operano numerose frange di anarchici e antagonisti che aiutano i clandestini a varcare le Alpi. Qui hanno avvistato il furgone dei loro colleghi transalpini il quale, varcato il confine, dopo poche centinaia di metri ha accostato vicino ad una galleria per far scendere i due immigrati. Probabilmente non si tratta del primo episodio di questo tipo.
La Procura di Torino ha aperto un’inchiesta per far luce sulla vicenda, ma in attesa dei tempi della magistratura esplode la polemica politica su di un tema che già in passato ha scaldato i rapporti diplomatici fra Italia e Francia, con il presidente Macron sempre pronto ad ergersi a paladino dell’accoglienza a patto che non fosse però in casa propria. “Sono in attesa di sviluppi: non voglio credere che la Francia di Macron utilizzi la propria polizia per scaricare di nascosto gli immigrati in Italia. Ma se qualcuno pensa davvero di usarci come il campo profughi d’Europa, violando leggi, confini e accordi, si sbaglia di grosso. Pretendiamo chiarezza, soprattutto da chi ci fa la predica ogni giorno, e non guarderemo in faccia a nessuno!”, ha attaccato Matteo Salvini, che avrebbe anche chiesto in via ufficiale al ministro degli Esteri Moavero Milanesi di attivarsi per chiedere chiarimenti all’ambasciata francese.
Nicola Mattei

4 Commenti

  1. Il finocchietto francese provoca……….. Se qualcuno in Italia ha ancora le palle si muova e riporti la feccia negroide tribale in territorio francese………il comunistello ,amico dei servi piddini , si è montato la testa ………. faceva il fenomeno con gentilone,minnito,la boldrina e comunistoidi vari………ora il vento pare cambiato……… si spera.

  2. micron arriverà a sostenere che i responsabili sono gli agenti della Gendarmerie (i nostri Carabinieri) che hanno sbagliato strada, bosco, sentiero … e poi sono diligentemente sono tornati subito indietro.
    Non ci sono parole, è pazzesco.

Commenta