Roma, 10 set – Nella vicenda che ha portato alla censura social delle pagine ufficiali (e di migliaia di profili) di CasaPound e Forza Nuova non mancano gli aspetti inquietanti. La motivazione con cui Zuckerberg ha espulso da Facebook e Instagram le due organizzazioni è “l’odio organizzato”, come si legge nel comunicato ufficiale diffuso dalla multinazionale americana. C’è un passaggio nel comunicato di Facebook, dall’intento chiaramente punitivo, che più di altri fa capire la deriva orwelliana in cui ci troviamo: “Le pagine rimosse oggi in base alla policy sulle persone e organizzazioni pericolose sono quelle di CasaPound, Forza Nuova, Simone Di Stefano, Gianluca Iannone e Roberto Fiore. Sono state cancellate anche pagine e gruppi che rappresentano queste organizzazioni e individui, incluse le pagine locali. Facebook sarebbe pronto a rimuovere anche post e altri contenuti che esprimano supporto o elogio a questi individui e organizzazioni”.

Zuckerberg the punisher

Dunque un utente che decidesse di scrivere sul suo profilo Facebook privato “solidarietà a Simone Di Stefano”, potrebbe potenzialmente essere segnalato e magari bannato. Poco importa se gli esponenti politici “fatti fuori” alle ultime elezioni politiche hanno ricevuto mezzo milione di voti, se le suddette organizzazioni per la legge italiana sono perfettamente legali e se la nostra Costituzione all’articolo 21 recita “tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. Oggi solo su Facebook sono iscritti 31 milioni di italiani, dai social passa l’80% dell’informazione, sui social si fanno le campagne elettorali (a pagamento). Non può essere considerato solo il “regno privato” di una multinazionale americana.

La sinistra esulta

In tutto questo la sinistra esulta, riconoscendo a Zuckerberg la capacità di anticipare i tempi rispetto la legislazione italiana: “Facebook ha fatto quello che lo Stato italiano dovrebbe fare da un pezzo: sciogliere e chiudere i movimenti fascisti“, così Emiliano Fittipaldi de l’Espresso sintetizza perfettamente il sentimento dei “compagni”. E della libertà di espressione di milioni di italiani che hanno messo “mi piace”, condiviso, letto, apprezzato o magari criticato quelle pagine? Sti cazzi. Ma la ruota gira e chi non ha ancora capito verso quale tipo di società ci stiamo dirigendo, quale tipo di attacco alla libertà sia in corso, in pochi anni avrà un brusco risveglio.

Davide Di Stefano

35 Commenti

  1. I comunisti ritardati mentali che alimentano odio asserviti a una multinazionale americana invece vanno bene… Quelli dell’anpi secondo me non sono da prendere neppure in considerazione, sono paragonabili all’acqua del cesso dopo aver espletato funzioni fisiologiche.

  2. Questo massone(vedere maglietta di anni fà) oligarchico straniero ci viene a dire cosa dobbiamo scrivere in Italia altrimenti ci cancella??
    Queste multinazionali dell’ online sono controllate dagli stessi oligarchi occulti della finanza che controllano tutte le altre principali multinazionali, i media ed in particolare il sistema bancario e le banche centrali tutte private che producono ambedue a costo zero ed esentasse il denaro con cui assoggetano i popoli.
    La cosa allucinante è che reprimere la libertà di stampa, aggravato perchè fatto da stranieri nella nostra terra, è contro l’articolo 21 della costituzione ma la nostra costituzione per i poteri forti stranieri è carta straccia. Anni fà una banca mondiale disse che la nostra costituzione non andava bene e non vorrei che i molti burattini traditori nostrani ci riprovino, dopo il tentativo fallito di Renzi, a stracciarla del tutto.
    E’ fondamentale che un giorno che ritorna un governo che faccia gli interessi del popolo italiano venga istituita una piattaforma democratica di comunicazione alternativa ai colossi monopolistici mondiali delle comunicazioni online

  3. Dove sarebbe questo “comunicato ufficiale” di FB? Quello linkato è solo un articolo del SERVO mentina. Credibilità zero. È vero certamente che per chiudere gli account di Casapound FB sarà stata minacciata da qualcuno molto in alto (cioè la Polizia postale, istigata da immaginiamo chi)

  4. Che vi aspettavate? Ancora pensate che Salvini abbia fatto bene ad abbandonarci in pasto ai sinistri? Questo è solo l’inizio

  5. Mi ripeto: è così difficile e costoso allestire una manciata di server autonomi, magari collocati all’estero in “Nazioni compiacenti” europee o non europee? Non ho mai avuto un profilo su facebook, nè su Instagram, e neppure su qualsivoglia altra “rete sociale”, eppure non risento di particolari problemi di salute. Mollare questi “assi pigliatutto” è possibile ed è pure auspicabile. Forza, non ci vuole poi molto.

    P.S. Guardate bene in faccia il tipo della foto, magari con attitudine (diciamo così) “lombrosiana”. Leggetene i tratti. E’ istruttivo.

  6. Che problema c’è? Io sono uscita da fessbuk 2 anni fa e non mi manca. Se tutti gli iscritti, invece di arrabbiarsi , si togliessero da lì, vedi tu…toccali sui soldi invece di fare bla bla bla…

  7. Personalmente vivo benissimo senza facebook … per me e’ una cosa inutile! Fate come me e vedrete che fine fa quel furbastro di zuccarberg 😆

  8. Certo è corretto citare l’articolo 21, però sono anche in vigore le leggi Mancino e Fiano rispettivamente leggi n. 205 e 293 bis le quali sostengono che sia vietato commettere apologia di fascismo ed eseguire saluti romani cosa che partiti come CasaPound e Forza Nuova hanno ripetutamente fatto e per le quali ancora non sono stati puniti.

  9. non è la sinistra ad esultare ma ogni essere umano pensante, se per la lotta all’odio raziale bisogna passare anche dalla censura sul web ben venga, giusto esprimere opinioni si, ma istigare con queste stronzate no, per me anche la pena di morte ci starebbe bene

  10. Non ho letto l’articolo non mi interessa! !!! Solidarietà a casa Pound non ai può fare? Allora posso mandare a fare in kulo tutti quelli su Facebook e tutti gli amministratori e garanti. Quindi vi rinnovo il mio
    VAFFANKULO A ZECCHE DE MERDA VOI E QUEL PEDERASTA CHE HA FONDATO STO SOCIAL DI MERDA VIVA ER DVCE E CHE C’È POSSIATE MORIRE TUTTI! ! CAZZO BASTERÀ PER FARMI CANCELLARE DA STI PEZZI DI MERDA SUL LORO SOCIAL DI MERDA? A morte i negri gli ebrei e gli zingari
    .

    • Cn250 se tu scrivessi queste cose su facebook indipendentemente dal tuo orientamento politico è giusto che venga censurato perché non si possono minacciare di morte delle persone poiché la libertà smette di essere tale se va a collidere con la libertà altrui e le minacce di morte seguono esattamente questo principio.
      A te non piacerebbe di certo se qualcuno minacciasse di morte te o la tua famiglia e sono sicuro che li denunceresti com’è giusto che sia.
      Ormai le persone si sentono giustificate nel poter dire qualsiasi cosa nel nome della libertà d’espressione, ma non è così altrimenti se ci fosse veramente la Libertà (quella totale) vivremo in un’anarchia. Ti ricordo che la libertà in senso assoluto non esiste e poi non riesco a capire come tu faccia ad elogiare il Duce, lui ha negato la libertà di espressione a suon di olio di ricino, esili ed omicidi e se studiassi profondamente la storia capiresti che ha compiuto più azioni negative che positive così come tutti gli altri regimi del ‘900.
      P.S.: basta scrivere pensando di essere al bar, bisogna immaginare che i social siano come piazza San Pietro gremita di persone, per questo bisogna pensare alle conseguenze delle proprie parole e ciò non è rivolto solamente a te che scrivi certe cose, ma a tutti coloro che usano i social.

  11. Certo è corretto citare l’articolo 21, però sono in vigore le leggi Mancino e Fiano rispettivamente leggi n. 205 e 293 bis nelle quali si condanna l’apologia di fascismo e il saluto romano; azioni eseguite ripetutamente dagli esponenti di CasaPound e Forza Nuova e che ancora non sono state punite.
    Infine Zuckerberg ha applicato le regole riguardanti la diffusione di contenuti d’odio, l’unica critica che gli faccio è come mai non l’abbia fatto prima.

  12. Complimenti per l’ignoranza dimostrata in questo articolo. Io non leggo mai le notizie che google mi presenta nella sua home page ma questa mi ha attratto particolarmente. Hai citato la costituzione, la libertà di pensiero e di parola, ma che bel pensiero patriottico e colmo di democrazia! Io ci vedo però del fascismo “velato” e visto che siamo in tema di leggi vorrei farti presente questa legge, che esiste ma che non è mai stata applicata a dovere, se no sareste tutti in galera, rinchiusi come si rinchiudono le persone pericolose che delinquono: «quando un’associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista.». Siete la rovina del nostro paese, voi e la vostra ignoranza. Osannate il duce ma se foste nati nel periodo fascista, sareste stati i primi ad essere impallinati.

  13. Complimenti per l’ignoranza dimostrata in questo articolo. Io non leggo mai le notizie che google mi presenta nella sua home page ma questa mi ha attratto particolarmente. Hai citato la costituzione, la libertà di pensiero e di parola, ma che bel pensiero patriottico e colmo di democrazia! Io ci vedo però del fascismo “velato” e visto che siamo in tema di leggi vorrei farti presente questa legge, che esiste ma che non è mai stata applicata a dovere, se no sareste tutti in galera, rinchiusi come si rinchiudono le persone pericolose che delinquono: «quando un’associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista.». Siete la rovina del nostro paese, voi e la vostra ignoranza. Osannate il duce ma se foste nati nel periodo fascista, sareste stati i primi ad essere impallinati.

    • Diletta, avrebbe fatto bene a non approfondire ed andare oltre.
      Cita la legge Scelba senza neanche capirla, “persegue finalità antidemocratiche….” non le viene in mente che se i partiti si sono presentati a delle elezioni democratiche, va da se che decadono le finalita’ antidemocratiche. In secondo luogo come da dichiarazioni di Simone Di stefano ““Allora, per quanto riguarda l’apologia di fascismo noi non rischiamo nulla perché l’apologia di fascismo è un reato che si configura quando l’organizzazione fatta oggetto appunto della legge Scelba e dei richiami costituzionali cerca di sovvertire l’ordine democratico e di imporre uno stato totalitario. Noi non vogliamo uno stato totalitario.” ed ancora “La democrazia va benissimo a patto che sia l’effettiva volontà popolare espressa in politica, perché oggi invece a me sembra che i media, i grandi capitali, la finanza internazionali, che possono comprare e manipolare l’informazione, non consentano spazi di democrazia e di decisione cercando di orientare l’opinione pubblica verso un’unica direzione: il liberismo spinto, il capitalismo senza regole. Non c’è una democrazia ma ci sono, qui in Italia poi nello specifico, sette canali televisivi che dicono tutti esattamente la stessa cosa, che hanno la stessa posizione nei confronti di liberismo, Unione Europea, sovrastrutture internazionali. Non credo ci sia poi tutta questa libertà in questa “democrazia”.
      Poi se non le dovesse bastare ci sono alcune sentenze tipo quella di Torino:
      Torino, archiviata indagine su Casapound e Forza Nuova: sulla base del materiale raccolto, non violano la legge Scelba, ne hanno scritto anche qui
      https://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/torino-respinto-esposto-contro-casapound-per-apologia-di-fascismo-117222/
      Poi ovviamente se lei interpreta la legge, meglio dei magistrati del gruppo Terrorismo ed eversione dell’ordine democratico allora sara’ come dice lei, ma credo piu’ alla sua ignoranza in materia che a quelli dei magistrati.

      Cerchi di non tornare, le persone intelligenti, i posti che non amano non li frequentano, se non costretti e le assicuro che qui nessuno la costringe, si senta libera di andare.

    • Concordo pienamente con il tuo commento eccetto la fine perché non puoi sostenerlo con la tua affermazione perché in fondo la Storia non si scrive né con i se né con i ma (in più mi sembra di capire che gli stia dicendo di morire e ciò non mi pare corretto in ogni caso).
      Leggendo il tuo commento capisco come tu sia dotato di Cultura e le auguro le cose migliori nella vita come a tutte le persone (tranne gli estremisti ideologizzati di destra e sinistra, a loro non auguro niente).

  14. Bravo Davide, continua a far conoscere quelli che sono i veri uomini e fregatene di queste checche isteriche che della vita, del lavoro, dei sacrifici, degli ideali ecc. non hanno capito niente✋

  15. Bravo Davide, grazie per quello che stai facendo per tutti NOI.
    Infischiatene delle minacce di questi gay arricchiti.
    Un abbraccio a te ed ai fratelli di F.N.

  16. Peccato che facebook sia una multinazionale privata e chi vi si iscrive accetta le condizioni e le regole del social in questione. Forse vi sfugge questo aspetto, poi i profili di criminali che hanno passato vent’anni in Inghilterra per non essere arrestati in Italia me li risparmio volentieri

  17. Per @facebook_italia anche il termine Lega è diventato VIETATO.
    Ho invitato amici e colleghi a BOICOTTARE GLI INSERZIONISTI da cui ci servivamo
    Bayer Pharmaceuticals, PerkinElmer Inc., BUCHI Laboratory Equip., Sigma-Aldrich Corp, HP Spectre Lab, Carlo Erba Reagents
    Invito i lettori iscritti a questo social a fare altrettanto: boicottate qualsiasi inserzionista.
    Se potete cancellatevi.
    Io ho tappato la mia home con un “chiuso per censura” già da Aprile.
    Fate sapere ai vostri fornitori che disdicete contratti d’acquisto e che li cancellate dall’elenco fornitori motivando come “Protesta contro la censura imposta da FB”.
    COLPIRE NEL PORTAFOGLIO QUESTI CIALTRONI E’ IL PEGGIO CHE GLI SI POSSA FARE.
    Immaginatevi se ditte come Caterpillar, Perkin-Elmer, Bosch, Suzuki etc. gli levano i contratti cosa potrebbe succedere.

Commenta