Il Primato Nazionale mensile in edicola

Tripoli, 6 apr – Le forze di Khalifa Haftar hanno preso l’aeroporto internazionale di Tripoli, a circa 25 km  dal centro della città, chiuso dal 2014.

L”emittente Al Arabiya lo annuncia a mezzo tweet, citando fonti interne nonché un annuncio di Ahmed Mismari, portavoce dell’Esercito nazionale libico. “La zona da Tarhouna fino all’aeroporto è stata tutta messa in sicurezza” dichiara Mismari. Cinque militari sono rimasti uccisi negli scontri per il controllo della zona a sud e a sud-est di Tripoli fra Tarhuna ed el-Azizia. Ciò è ineve riferito dal sito Alwasat, sempre riprendendo una dichiarazione di Ahmed al-Mismari.

La stessa notizia rimpalla e si diffonde sui network di lingua libica: “Al-Mismari: l’esercito é 20 km a sud di Tripoli” dice un tweet dell’emittente Al Hadath. Fonti ufficiali dell’Esercito nazionale libico sostenevano di aver preso il controllo della Wadi el Rabie:  una strada a 20 km in linea d’aria dal lungomare di Tripoli. Negli scontri a sud di Tripoli le forze del premier Fayez al-Sarraj avrebbero usato anche l’aviazione contro l’esercito di Khalifa Haftar . ”

I membri del Consiglio di Sicurezza dell’Onu hanno espresso “profonda preoccupazione per le attivita’ militari a Tripoli. In una dichiarazione viene chiesto “all’Esercito Nazionale Libico (Lna) del generale Khalifa Haftar di fermare tutte le attività militari“, e “a tutte le parti una de-escalation militare perché non puo’ esserci una soluzione militare al conflitto”.

L’Alto rappresentante Federica Mogherini lunedì aggiornerà i ministri sugli ultimi sviluppi e su quanto emerso alla riunione del Quartetto per la Libia, a cui ha partecipato alcuni giorni fa a Tunisi, afferma il portavoce.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta