Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lione, 22 ott – Attimi di terrore a Lione, in Francia. Nel primo pomeriggio di oggi la stazione di Part-Dieu è stata evacuata dai militari perché una donna vestita con un burqa minacciava di farsi saltare per aria al grido di Allah Akbar. Esercito e forze dell’ordine hanno interrotto completamente il traffico ferroviario fino al fermo della donna, eseguito dai reparti antiterrorismo. Non è stato ritrovato alcun esplosivo ma i media locali riferiscono che ulteriori verifiche con artificieri e squadre cinofile sono ancora in corso.

L’allarme bomba è scattato alle 14.27, quando la donna, che portava con sé alcune borse ritenute sospette, ha minacciato di farsi esplodere e di «far saltare tutti in aria». La Brigata anticriminalità Raid e l’unità degli artificieri sono intervenute una mezz’ora dopo, alle 15. La donna sarebbe stata isolata su un binario.

Allerta massima in Francia

«Già da alcuni giorni in Francia c’è massima allerta per eventuali attentati», riferiscono all’Ansa fonti della sicurezza a Parigi. E’ ancora grande il clima di tensione dopo la decapitazione di Samuel Pety, l’insegnante che aveva mostrato in classe le caricature di Maometto. Sono saliti ad undici, rispetto ai nove iniziali, gli arresti per l’omicidio del professore di storia, decapitato da un islamista ceceno lo scorso venerdì all’uscita di una scuola nella banlieue di Parigi. Il terrorista è stato poi ucciso dalla polizia. Cresce l’attenzione per gli obiettivi sensibili classici degli attentati terroristici come «gli aeroporti e le istituzioni francesi». La Francia teme ora un’escalation di violenza dopo la stretta del governo contro gli ambienti degli islamisti, le moschee e le associazioni sospette di favorire gli integralisti. «Gli islamisti non dormiranno sonni tranquilli in Francia: la paura passerà sul fronte opposto», ha commentato il presidente franceseEmanuel Macron, durante un vertice all’Eliseo con il procuratore antiterrorismo Jean-François Ricard.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ritengo che alla fin fine non esistono mussulmani moderati.
    Sulla bandiera iraniana è scritto per ben 22 volte Allah Akbar.
    Se avverte minaccia, anche il più moderato dei mussulmani reagirà al suo grido.

Commenta