Roma, 13 giu – La Nato si esprime sulle richieste di adesione di Svezia e Finlandia ma anche sulle preoccupazioni turche, come riporta Tgcom24.

Nato su Svezia e Finlandia: “Legittime le preoccupazioni turche”

La Nato parla di Svezia e Finlandia per bocca di Jens Stoltenberg. Per il segretario generale dell’Alleanza, le preoccupazioni turche sul terrorismo sono “legittime”. Osservazioni che “devono essere prese sul serio”. Come si sa, la Turchia ha accusato i due paesi nordici di sostenere i soldati curdi e non vuole sostenere la loro adezione alla Nato fin quando non cambieranno posizione. Le affermazioni di Stoltenberg avvendono nel corso di una conferenza stampa con il presidente finlandese Sauli Niinisto. Qui il segretario aggiunge anche che “nessun altro alleato della Nato ha subito più attacchi terroristici della Turchia” e proprio perché “si tratta di terrorismo, si tratta di esportazioni di armi, dobbiamo affrontare le preoccupazioni di sicurezza di tutti gli alleati, comprese le preoccupazioni turche sul gruppo terroristico Pkk”. Il presidente turco Recep Erdogan, dal canto suo, continua a porre il veto all’ingresso di Finlandia e Svezia.

Helsinki: “Senza Stoccolma, non aderiremo”

La Finlandia, però, non ci sta. Niinisto, nella stessa conferenza stampa, si esprime in modo molto scettico sul veto turco. E lascia intendere senza troppi giri di parole che il percorso di Stoccolma e Helsinki non può essere diviso. In sintesi, se la Svezia non dovesse aderire, non lo farà neanche la Finlandia: “Il caso della Svezia è anche nostro. Ciò significa che andiamo di pari passo“.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta