Il Primato Nazionale mensile in edicola

Rocca di Papa, 29 ago – Da una parte un gruppo di residenti di Rocca di Papa, sostenuti da CasaPound e piuttosto arrabbiati per l’imminente arrivo di ben 100 immigrati clandestini provenienti dalla nave Diciotti. Dall’altra un gruppo di radical chic con i cartelli “welcome”, tra i quali non figurava nemmeno un residente del paese dei Castelli Romani. Questo è quello che è accaduto ieri sera, al di là dei racconti di comodo dei soliti media. Nessuna testa rasata e nessun “saluto romano”, solo tanta rabbia per il fatto che nella ripartizione “europea” degli immigrati della nave Diciotti, 20 sono finiti in Albania, 20 in Irlanda e 100 a Rocca di Papa. 
Sì perché i famosi “100 migranti di cui si farà carico la chiesa” saranno ospitati in una struttura del territorio della provincia di Roma, che in questi anni ha già causato numerosi disagi alla popolazione. Basta citare un caso piuttosto recente, quello dell’immigrato africano trovato a girare nudo per Grottaferrata, che ha anche tentato lo stupro di una donna che stava facendo jogging alle Terme di Caracalla a Roma. Proveniva dal centro “mondo migliore”.
All’arrivo del pullman con gli immigrati della Diciotti ieri sera i residenti e i militanti di CasaPound hanno intonato l’inno nazionale e sventolato i tricolori, ribadendo il significato della protesta: non un attacco ad un gruppo di disperati raccattato in mezzo al mare, ma la denuncia del business dell’immigrazione e del principio che a pagare debbano essere sempre gli italiani. Dall’altra i cartelli “welcome” e il solito “Bella Ciao”, di chi mettendosi sullo stesso piano di una Boschi o di un Benetton qualunque, non ha capito che ormai tra loro e i sentimenti del popolo italiano la distanza è siderale.

Davide Romano

6 Commenti

  1. I centri finanziati con fondi europei, il vaticano gestisce gli immigrati di transito..ma che vuole casa pound!
    Razzisti insoddisfatti della propria esistenza che si sfogano sui più deboli. Tristi e becere persone. E un matto che gira nudo che cavolo centra con stupri e femminicidi 90% commessi da delinquenti italiani un giorno sì e l’altro pure?!

    • Carissimo Fausto, a questo punto si tratta di buon senso e di non nascondere la testa sotto la sabbia.
      Se con calma e perizia ti vai a leggere tutta la vera documentazione di questa deportazione di massa di cui nemmeno i paesi Africani ne sono fieri e ne traggono vantaggio capiresti cosa vuole cpi e la maggioranza degli Italiani.
      Casapuond non è composta da razzisti insoddisfatti che sfogano la propria rabbia sui più deboli, ma da patrioti che non se la prendono con ideportati ma con chi li fa partire e chi li strumentalizza.
      Purtroppo se non ne conosci il significato (patriota) anche qui ti devi andare a documentare.
      Tu la puoi pensare come vuoi ma come vedi si tratta di leggere e leggere e capire e ricercare per discernere le meccaniche vere dalle bufale per quanto riguarda questo difficile argomento.
      Da queste considerazioni dovresti aver capito che è una questione di cultura della Nazione ,del popolo Italiano, e della salvaguardia delle sue identità al pari delle corrispettive delle persone portate ai castelli Romani.
      Ciao e buona lettura e qui sei nel posto giusto 🙂

      • leggi anche la legge mancino. fatti un giro a intervistare le persone che il nazionalsocialismo lo hanno vissuto.

    • Chi te li da questi dati l’ufficio stampa del PD? O qualche ONG pagata da Soros? I razzisti siete voi che promuovete lo schiavismo con le migrazioni africane, ma attenzione, la storia se si ripete lo fa nella forma non nella sostanza. Tenetevi stretti Bella Ciao e il 25 aprile, perché stavolta non ce ne saranno altri.

  2. È grazie a ignoranti come te caro il mio Fausto che l Italia va cosi siete i primi da eliminare sinistronzi!!!