Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 apr – Scortati dagli agenti della celere alcune decine di rom sono arrivati in una struttura di accoglienza di via dei Coldirossoni a Torre Maura, quartiere della periferia est di Roma.  Subito è montata la rabbia dei residenti, non avvisati del trasferimento dei nomadi provenienti da un centro di accoglienza del vicino quartiere di Torre Angela.

La protesta dei residenti

Nelle prime ore di questo pomeriggio, numerosi abitanti di Torre Maura hanno assistito all’arrivo della “carovana” di famiglie nomadi, scortati dagli uomini del reparto mobile della Polizia. La reazione dei cittadini si è espressa spontaneamente. “E’ l’ennesima decisione calata dall’alto, la Raggi sposta i problemi da una parte all’altra della città. La rabbia dei cittadini è sacrosanta”, ha spiegato Mauro Antonini, responsabile laziale di CasaPound Italia, arrivato sul posto con una delegazione.

Questo il video pubblicato da Roma Today 

Vie bloccate e cassonetti dati alle fiamme

Nel tardo pomeriggio la protesta ha preso un carattere violento: alcuni residenti hanno spostato dei cassonetti dell’immondizia al centro strada nella vicina via dell’Usignolo e li hanno poi dati alle fiamme. Via Valter Tobagi è stata bloccata e la stessa  via dei Codirossoni.

Video diretta Facebook di Mauro Antonini

Come si vede dalle immagini dopo l’incendio dei cassonetti la protesta non si è attenuata, con gruppi di residenti che hanno chiesto a muso duro spiegazioni alle forze dell’ordine. Alcune donne del quartiere hanno anche rovesciato uno scatolone contenente generi di prima necessità destinati ai rom. “Solo le periferie subiscono le decisioni del sindaco Raggi sempre più distante dai bisogni reali dei cittadini di Roma”, ha rincarato Mauro Antonini. “Noi resteremo al fianco dei cittadini di Torre Maura, vittime ancora una volta di una amministrazione capitolina che mette gli italiani all’ultimo posto”

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

10 Commenti

  1. Uno schifo ignobile ed indegno……..se li porti in comune,la sindaca, i suoi amati rom e non nelle periferie dove il popolo italiano soffre la dittatura di una casta burocrate sinistra che ci affama e lascia interi quartieri nel degrado più assoluto…… una indecenza, una immagine indegna,una assurdità che la polizia debba difendere e scortare tale fecciaglia. Veramente una latrina morale.

Commenta