Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 apr – “Le vostre decisioni hanno causato disagio e morte, per le vostre scelte un giorno sarete davanti a un tribunale“: così Vittorio Sgarbi va all’attacco di Roberto Speranza annunciando la firma alla mozione di sfiducia di Fratelli d’Italia contro il ministro della Salute. “Abbiamo ascoltato per l’ennesima volta il ministro Speranza e siamo sempre più convinti della sua completa inadeguatezza a continuare a ricoprire il ruolo di ministro della Salute“, spiega il capogruppo FdI alla Camera, Francesco Lollobrigida, nel dibattito successivo all’informativa urgente di Speranza sul piano vaccini.

Mozione di sfiducia individuale di FdI contro Speranza

“Comunichiamo pertanto la nostra intenzione di presentare una mozione di sfiducia individuale, firmata già da tutti i parlamentari di Fratelli d’Italia, e sulla quale auspichiamo la convergenza di tutti quei colleghi che come noi vogliono la sua immediata rimozione per il bene della nazione. Vedremo – conclude Lollobrigida – chi ci starà e chi invece si assumerà la responsabilità di tenere Speranza esattamente dove sta”.

Pandemia, FdI all’attacco: “Ministro Salute ha fallito creando un danno incalcolabile”

Tra il salvare vite umane o salvare la propria reputazione il ministro Speranza ha preferito tutelare la propria figura e l’operato del governo giallorosso, attuando una serie di inaccettabili omissioni e dichiarazioni mendaci che si sono rivelate fondamentali nella disastrosa gestione della pandemia”, è l’attacco del deputato FdI Davide Galantino. “Speranza ha fallito creando un danno incalcolabile per la nazione e per questo presentiamo una mozione di sfiducia. Ci auguriamo che anche altre forze politiche, a partire da quelle di centrodestra, votino questa mozione che vuole tutelare gli interessi degli italiani”, aggiunge Galantino. “E’ il momento di assumersi le responsabilità – fa presente il collega Galeazzo Bignami -. Siamo davanti a un fallimento del piano vaccini. La scelta di AstraZeneca e di cedere alla Ue l’opzione sui vaccini la ha fatta Speranza, e lo rivendica anche sul suo libro di cui nelle librerie non si trova traccia“. 

Sgarbi: “Perché continuate questa finzione della mascherina?”

A lanciare una serie di accuse dirette ci pensa pure Sgarbi. “Se una persona vaccinata contro il Covid ha sviluppato gli anticorpi perché deve continuare a portare la mascherina anche all’aperto? Se una persona ha fatto il vaccino, come forse lei, e come certamente il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e della Repubblica Sergio Mattarella, perché ostenta la mascherina anche all’aperto? Quando è dimostrato sul piano scientifico che non si può contrarre il virus se non in modo limitatissimo?”. Così il deputato del gruppo Misto, in risposta alle comunicazioni di Speranza. “Perché continuate questa finzione nel perseverare nelle misure assurde che voi avete assunto. Se io sono stato vaccinato dovrei dare la sensazione della salute che ho raggiunto, della speranza e non portare la mascherina”.

“Un giorno sarete davanti a un tribunale”

“Voi, invece, avete costretto la gente in casa per mesi, impedendogli di stare all’aria aperta e quindi ammalandosi. Voi siete i responsabili di gravi situazioni di disagio e perfino di morte. Pensate anche a questo, un giorno sarete davanti a un tribunale“, conclude Sgarbi.

Salvini: “Se qualcuno ha sbagliato il tempo sarà galantuomo”

Di tutt’altro tenore la posizione della Lega, che a differenza di FdI, è al governo. “Andremo avanti in richiesta dimissioni Speranza? Noi andiamo avanti nella richiesta di curare gli italiani e tornare a lavorare. Se qualcuno ha sbagliato qualcosa il tempo sarà galantuomo e gli italiani lo sapranno“. Così Matteo Salvini, parlando con i cronisti in Piazza di San Luigi de francesi. “Io faccio finta di non sentire insulti quotidiani che arrivano da sinistra, non ho tempo di rispondere a Speranza, Tizio e Caio”, prosegue.

Il leader della Lega: “Non è semplice governare con Pd e Speranza ma è necessario”

Non è semplice governare con Pd e Speranza ma è necessario – si giustifica il leader della Lega -. Essere al governo permette di decidere anche come spendere i soldi che riceveremo dall’Europa. Ripeto stare con Speranza e con il Pd non è la cosa più semplice del mondo, ma era giusto fare così”.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta