Il Primato Nazionale mensile in edicola

Firenze, 2 apr – La città di Firenze non consentirà ai vigili urbani l’uso del taser, la pistola elettrica data in dotazione alle forze dell’ordine, utilizzato dalle forze di polizia di circa 107 Paesi nel mondo, compresa la Gendarmeria del Vaticano.

Strumento di tortura

La decisione segue l’approvazione della mozione proposta nel consiglio comunale fiorentino da Potere al Popolo e Articolo 1-Mdp, ratificata anche grazie ai voti del Pd che ha offerto il suo pieno sostegno. Miriam Amato di Potere al popolo, Tommaso Grasso di Frs e Stefania Collesi del Movimento democratico e progressista esprimono il proprio compiacimento sulle pagine di FirenzeToday: “Grande soddisfazione per lo stop. Il Taser, pistola elettrica ad alta tensione, è stata inserita dall’Onu tra gli strumenti di tortura”, affermano gli esponenti della sinistra fiorentina. “Ebbene, la Legge n. 132 permetterebbe di adottarla anche alle polizie municipali delle grandi città. Fin dall’inizio noi ci siamo schierati contro l’adozione di questo strumento, che non possiamo considerare arma comune, come le armi di cui sono già dotati i nostri vigili”.

Rischi di salute

Dietro alla mozione, così dichiarano i politici interpellati, ci sarebbe anche la motivazione di proteggere l’incolumità non solo dei malviventi, ma anche e soprattutto quella delle forze dell’ordine: “Essendo un’arma che li espone infatti, insieme a chi è colpito, a rischi operativi e di salute forse maggiori delle armi da fuoco, anzitutto per i presupposti giuridici da cui ci si muove. E questo non vuol dire, si badi bene, non voler proteggere i nostri vigili. Semmai il contrario, come hanno infatti concordato anche i consiglieri di maggioranza che hanno votato il nostro atto”.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Spero che questa ignobile notizia sia un errore di stampa o un pesce d’aprile in ritardo………. Nel caso sia vera , la nausea ed il vomito di qualche fiorentino spero possano portare la città ad essere liberata dalla irrespirabile cappa piddino- comunistoide che la ammorba…….queste decisioni deliranti mostrano la volontà piddina di proteggere, tutelare e difendere impunemente ogni tipo di fecciaglia umanoide o pseudo tale che voglia delinquere, spacciare ed usare violenza. Uno schifo penoso.

Commenta