Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 set — Arriva dalla Turchia l’incredibile — e parecchio comica — notizia di un uomo ubriaco, che dato per disperso dopo una nottata di bagordi si è unito alla squadra di ricerca per la sua scomparsa, senza accorgersi che la persona cercata dai soccorsi era proprio lui. E’ accaduto nella cittadina di Inegöl. Secondo quanto riportato dai media locali e internazionali il «disperso» avrebbe capito la situazione solo quando uno dei suoi soccorritori ha gridato il suo nome.



L’ubriaco si perde nel bosco…

Beyhan Mutlu, 50 anni — questo il nome e l’età del protagonista della vicenda — si trovava in un locale a bere con una comitiva di amici quando, pesantemente ubriaco, si è dileguato dirigendosi verso un bosco. Sul momento i compagni di bevuta non si erano preoccupati più di tanto. Passate molte ore e non vedendolo tornare, la comitiva aveva iniziato a preoccuparsi fino alla decisione di allertare le autorità. Allo scattare delle ricerche, organizzate in squadre, si erano uniti parecchi volontari.

…e poi cerca sé stesso

Secondo quanto riferito dal Daily Mail, il 50enne, ancora mezzo ubriaco, si era imbattuto nel gruppo di soccorritori mentre ancora stava vagando nei boschi senza una meta precisa. All’uomo era parsa una bellissima idea unirsi volontariamente alla squadra di soccorso. Squadra che stava cercando proprio lui, ma complice forse il buio, nessuno se ne era reso conto. La ricerca è proseguita comicamente per ore, finché uno dei presenti ha urlato il suo nome e lui ha risposto candidamente «Sono qui». Immaginatevi la faccia dei presenti. Dopo aver chiarito la situazione, la polizia ha riaccompagnato a casa l’ubriaco. Resta ancora da chiarire come nessuno si sia accorto prima che il disperso fosse proprio lì con loro.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta