Il Primato Nazionale mensile in edicola

Sono tante le polemiche in Italia sulla tecnologia 5g che a breve dovrebbe essere disseminata nella nostra penisola. Nel frattempo, però, è possibile usufruire di una tecnologia sicura e rodata come la 4g che certamente è ormai diffusa in modo abbastanza capillare sul territorio. Non sempre, tuttavia, ogni zona ci dà una copertura adeguata del segnale. In questi casi, è utilissimo poter disporre di un amplificatore segnale cellulare 4g.

Come funziona un amplificatore di segnale?

La funzione di un amplificatore è appunto quella di rendere più potente la nostra connessione 4g. Inutile dire che al giorno d’oggi, sia che si usi il cellulare per svago, che per lavoro, è assolutamente importante poter disporre sempre di una connessione stabile e performante. Nel caso del lavoro, una connessione inefficace può diventare un problema anche serio. Ma certamente, anche parlare con un amico o con la propria fidanzata può essere spiacevole senza una connessione dati stabile. Il potenziatore di segnale può amplificare la connessione su aree anche vaste, che possono variare a seconda dei modelli. 

In Europa e in Italia, le frequenze utilizzate sono 800. 1800 e 2600 MHz. Per questo ci si deve indirizzare su modelli, come quelli linkati, che coprano la frequenza giusta per noi. 

Si può amplificare anche il segnale del telefono?

Abbiamo parlato della connessione dati 4g, ma gli amplificatori possono avere un ruolo anche nel potenziare il nostro segnale telefonico. Questo è sicuramente un problema altrettanto importante come quello della connessione Internet. In un momento in cui i telefoni fissi vengono sempre meno utilizzati dagli utenti, è evidente che assume sempre più importanza e rilievo la stabilità e affidabilità del proprio segnale telefonico mobile. E possibile che anche nello stesso appartamento esistano zone poco coperte: non vi è mai capitato del resto di dovervi spostare da una stanza all’altra dello stesso stabile perché il cellulare “prende male”? Anche in questo caso, sarà importante scegliere un amplificatore che copra la giusta frequenza (ad esempio 1800 MHz).

La copertura del 4g in Italia

Il panorama delle aziende di telefonia mobile in Italia si è notevolmente accresciuto negli ultimi anni. Alle compagnie storiche Tim, Vodafone, Wind, Tre (le ultime due recentemente unitesi) se ne sono aggiunte molte altre – Iliad probabilmente quella che con prezzi molto concorrenziali ha più inciso sul ribasso delle tariffe – e l’aumento dell’offerta è corrisposto all’aumento della quantità del servizio offerto. Solo fino a pochi anni fa le compagnie offrivano pochissimi giga di connessione: ricordate quando dovevamo stare attenti anche a guardare un video su Youtube? Ora quasi tutte le compagnie ci offrono decine di giga mensili spesso a pochi euro. Ma la copertura varia da compagnia a compagnia e da zona a zona. Anche per questo, la richiesta di amplificatori di segnale è particolarmente aumentata negli ultimi tempi. Passare da una compagnia all’altra nel giro di pochi mesi per poter usufruire di un’offerta migliore, può infatti spesso avere la poco piacevole conseguenza di una connessione meno performante in alcune delle zone dove solitamente utilizziamo il nostro cellulare. Con un amplificatore di segnale, il problema viene risolto. E siamo finalmente liberi di cambiare, avendo garantite delle prestazioni sempre performanti e all’altezza delle nostre esigenze quotidiane.