Il Primato Nazionale mensile in edicola

Padova, 6 mag  – Andrea Crisanti è virologo nonché direttore del laboratorio di Microbiologia dell’Università di Padova. Crisanti è il responsabile delle decisioni prese dalla regione Veneto relative ai test a tappeto per il coronavirus, decisione che ha in sostanza salvato la regione da una sorte ben peggiore. Adesso, ad esempio, il caso della gestione dei contagio di Vo’ Euganeo viene studiato anche all’estero. L’intuizione di Crisanti è stata soprattutto quella di cercare gli asintomatici e testarli e questo ha permesso in maniera netta di porre un freno ai contagi. Crisanti boccia in modo categorico l’operato dell’Oms, sostenendo che si sia affidata ai dati forniti dalla Cina che non sono, a suo parere, un modello di trasparenza.

Crisanti: “Salviamo la fase 2”

Crisanti ieri si è fatto portavoce di un appello affinché si facciano tamponi di massa a tutti gli italiani per “mettere in salvo la fase 2” perché, a parer suo, “adesso l’Italia non è pronta”: secondo il virologo è necessario che “venga fatto un investimento per aumentare la capacità di fare tamponi: una capacità che diventerà assolutamente essenziale in autunno, nei mesi di ottobre-novembre, quando potrebbero scoppiare altri focolai. C’è un solo modo per bloccare il virus ed è questo dei tamponi di massa“.

La gestione veneta del coronavirus

Intervistato per Today sui test sierologici, Crisanti ci va coi piedi di piombo: “Mi riservo una seconda valutazione quando avremo a disposizione più dati”. Secondo Crisanti, inoltre, c’è una ragione se in Veneto il coronavirus si è diffuso meno rispetto alla Lombardia: “Nella città di Padova, in tutto il Veneto in generale ma le faccio il caso particolare di Padova, per prima cosa abbiamo eliminato il focolaio di Vo’. Poi abbiamo fatto sì che l’ospedale non si infettasse e non diventasse un centro di diffusione del virus come è successo ad Alzano Lombardo: se la stessa cosa fosse successa nell’ospedale di Padova dove gravano 25-30mila persone al giorno sarebbe stata una strage.  A Padova è stato fatto un tampone a qualsiasi persona che, magari sfuggita alla rete di sorveglianza territoriale, si presentava in ospedale dicendo di aver avuto contatti con una persona positiva“.

Malattia di Kawasaki e coronavirus

Crisanti interviene anche sulla malattia di Kawasaki, sindrome che colpisce neonati e bambini ed è stata associata al coronavirus: “E’ un’associazione esclusivamente di carattere temporale e locale. Di più non posso dire, e tra le altre cose la malattia di Kawasaki è una di quelle malattie di cui non si conosce nemmeno la causa. E’ quindi ancora più complesso stabilire una relazione”.

“Oms ha sbagliato lo sbagliabile”

Poi Crisanti ci va giù duro contro l’operato  dell’Organizzazione mondiale della Sanità e sulle sue responsabilità: “L’Oms in questa pandemia ha sbagliato tutto lo sbagliabile, se vuole che sia sincero. Ha sbagliato tutto quello che poteva sbagliare perché secondo me si è completamente affidata ai dati forniti dalla Cina che è un Paese in cui la trasparenza non è un valore. Non solo, perché mi piacerebbe sapere cosa hanno ispezionato e analizzato gli esperti dell’Oms quando sono andati in Cina, e l’Oms sarà chiamata a rispondere di questo. Sono d’accordo con chi ipotizza che la posizione dell’Organizzazione mondiale della Sanità sia stata influenzata da considerazioni geopolitiche più che di sanità pubblica di interesse mondiale“.

Ilaria Paoletti

6 Commenti

  1. Se sto bene e mi fai il tampone oggi, domani saprai se sono asintomatico oggi e se non lo sono non saprai se contrarró la malattia domani.
    Dovrai fare tamponi tutti i giorni a tutti per conoscere i contagiati.
    Ma non serve a nulla perché potremmo essere asintomatici tutti e star tutti bene.
    Quel che serve è sapere curare i sintomatici.

    • Infatti se tanti medici avessero aspettato le linee guida del governo o peggio ancora dell’OMS, a quest’ora la situazione sarebbe ben diversa. Per fortuna tanti hanno agito secondo esperienza e buon senso. La cura non l’avevano a disposizione pronta nel cassetto.

  2. Ha salvato il Veneto?? Sicuramente la scelta di separare i pazienti con virus dagli altri negli ospedali è stata utile.Ma allora ciascun virolgo qualsiasi del centro sud dove vi sono stati pochissimi casi ha salvato la sua regione??

    • Se invece della Lombardia fosse successo in Umbria o Marche, non so come sarebbero a quest’ora Puglia, Campania, Calabria ecc.. Bisogna dire che in Africa sono stati ancora più bravi, considerando i mezzi a disposizione.

      • Certo! Non avendo mezzi, non fanno tamponi, così nessuno é positivo e vivono sereni…

  3. Prof. Crisanti .
    Il tampone NON è una cura per un CORONA VIRUS P”L”ANDEMIC BONDS emesso nel 2017 (scadenza metà LUGLIO 2020)con OUTBREAK dalla CINA, infettare almeno 8 paesi europei e durare almeno 12 SETTIMANE. WHO ha ritardato a dichiarare PANDEMIA.Quando ha colpito L’ITALIA il NON fare AUTOPSIE dichiarare tutti decessi per COVID19 e cremazioni per tutti, PROTOCOLLO PER tutto il mondo. ORA è in arrivo il BETTER THAN CASH ALLIANCE corredato del suo BREVETTO 5G nanotrackingtecnology vaccins con il prossimo “AEROSOL” BIOWEAPON VIRUS PANDEMIC LOCKDOWN PROJECT AROUND THE WORLD. MAINSTREAM continua a fare BIOTERRORISMO. Fare vedere la gente in buona salute in spiaggia, che verrà CASTIGATO con AEROSOL BIOWEAPON “on demand” L”ITALIA potrebbe uscire dal PROGETTO, chiedere loro i DANNI..La Germania ha investito in PANDEMIC BONDS..aspetta l’indebitamento degli ITALIANI elemosinare il debito con RECOVERY FUND o MES…(la Germania uscirà dal EU?) mentre NON si parla di una cura ma di solo il VACCINO.. c’è già pronto il DOD ID 149AZ2.
    KILL GATES mette le mani dapertutto,ieri ha detto che la Corea del Sud ha già confezionato una grande quantità di vaccini, si spende per i tamponi..ma non si parla di cure.in Inghilterra fanno girare ambulanze a sirene spiegate senza ammalati a bordo..i medici non possono “parlare”.Prof. ZANGRILLO e Prof. Bassetti hanno detto la verità in merito che i decessi NON erano tutti di covid19 e il virus è in ” esaurimento”NON potranno parlare nel prossimo LOCKDOWN prima delle elezioni per il prossimo Presidente USA. l’unica cura?? Che il Nostro CREATORE IMPOTENTE Salvi il mondo dal DEEPSTATE.
    1% contro %99.NON c’è MAINSTREAM Oun Governo sottomesso che si RIBELLA per suo PAESE…99%ITALIANI SVEGLIATEVI
    DIO SIAMO NELLE TUE MANI.