Roma, 30 dic – Il Veneto sarà la prima regione a sperimentare Hyperloop, il treno supersonico progettato da Elon Musk. La Giunta regionale veneta ha infatti approvato un protocollo d’intesa tra il ministero delle Infrastrutture, la Regione Veneto e Concessioni Autostradali Venete, per la sperimentazione dell’Hyper Transfer, innovativa tecnologia per il trasporto terrestre di merci e passeggeri. Un sistema super veloce e a guida vincolata, nonché sulla carta completamente sostenibile e a basso consumo energetico.

Zaia: “Primi in Europa ad avviare sperimentazione”

“L’approvazione di questo Protocollo segna un discrimine in materia di trasporti a livello nazionale ed europeo”, dice il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. “Il Veneto è infatti la prima Regione in Europa ad avviare una simile sperimentazione volta a trasformare radicalmente la mobilità e le infrastrutture europee”. Secondo Zaia “oggi si pongono le basi per un futuro in cui la tecnologia applicata alla mobilità consentirà di pensare alla connettività e alla sostenibilità non più come ad una ipotesi avveniristica ma come una realtà concreta e quotidianamente fruibile da parte di tutti i cittadini”.

Hyperloop, il treno del futuro che verrà usato in Veneto

Hyperloop è una sorta di treno del futuro – in apparenza fantascientifico – che secondo gli ideatori garantirà di raggiungere primati impensabili in termini di velocità. Permettendo di conseguenza di ridurre ai minimi storici tempi di percorrenza e quindi distanze. Progettato nel 2012 da Elon Musk, dopo una serie di esperimenti e accordi con vari Paesi, a fine 2020 è stato effettuato il primo test con due passeggeri a bordo.

Questo nuovo treno ultraveloce “consentirà di garantire gli obiettivi di innovazione, maggior efficienza ed utilità per la collettività, favorendo il collegamento tra i punti strategici regionali e nazionali”, dice Elisa De Berti, vicepresidente della Regione Veneto e Assessore alle Infrastrutture e Trasporti. “Lo studio dell’introduzione di un simile modello di trasporto ad altissimi livelli di efficienza energetica e tecnologica rappresenta per l’Italia un’opportunità di rilevanza internazionale di cui, come Veneto, siamo orgogliosi di essere promotori, attraverso la partecipata regionale Concessioni Autostradali Venete”.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta